lunedì 11 dicembre 2017

Il 5 dicembre alla pasticceria Pesce di Avella degustazione di Cassata Avellana® e del nuovo roccocò alle noci

iPiccy-collageAnticipo di sapori natalizi in una piacevole serata tra amici   alla Pasticceria Pesce 1896 di Avella, che giusto a gennaio di quest’anno ha festeggiato i 120 anni di attività.
Momenti di convivialità per la (ri)scoperta di sapori antichi insieme a sapori rivisitati ma nel più pieno rispetto della tradizione grazie ai due anfitrioni,  esponenti e ambasciatori della cultura dei sapori di Avella, lo chef Francesco Fusco e il pasticciere Pasquale Pesce.
DSC_0391 DSC_0398
Lo spaghetto di magro della viglia, eccellentemente interpretato da Francesco Fusco dell’ Azienda Agricola il Moera con un  gustoso e ben mantecato sugo alle noci della varietà “Malizia” e “Sorrento” coltivate in loco, ha aperto il minipercorso gastronomico, precedendo una minestra maritata con verdure spontanee pre cotte al vapore e quindi unite a brodo di gallina e pezzetti di salsiccia piccante, ottenendo una minestra più leggera di quella classica ma ugualmente gustosa  (specie se  per me non la fai troppo piccante, vero Francesco??!! Smile with tongue out).
Entrambi i piatti si possono trovare in carta al Moera.
DSC_0377 DSC_0416
Panettone classico e con mandorlato con  amarene  (impasto con lievito madre) mustacciuoli e i nuovi roccocò alle noci di produzione di Pasquale, entrambi i dolci in versione più morbida di quella tradizionale,  hanno costituito la parte dolce della serata, ma il top  è stata l’ormai famosa Cassata Avellanache è probabilmente anche la punta di diamante della produzione della pasticceria: cremosa ricotta di pecora, cioccolato fondente e  niente canditi ma  una cascata di nocciole avellane e morbido pan di spagna a comporre 15 kg di goduria allo stato puro….
I vini dell’azienda irpina Antichi Coloni e i liquori della Distilleria Amato hanno accompagnato il tutto.
DSC_0427 DSC_0424

Azienda Agricola “IL Moera”
Via delle Centurie
Avella (Av)
Tel. 081 8252924
http://www.locandailmoera.com

Pasticceria Pesce 1896
Via Giacomo Leopari, 33 Avella
Tel. 081 18495000
pasticceriapesce@yahoo.it

domenica 10 dicembre 2017

La “Gustarosso Academy” inaugurata a Sarno, presso la cooperativa DANIcoop.

 DSC_0204La “Gustarosso Academy”, inaugurata recentemente a Sarno, racchiude la storia e  rappresenta un po’ il punto di arrivo ma soprattutto di partenza della famiglia Ruggiero dell’azienda Gustarosso ,  componente della cooperativa Danicoop.   
Sarno,  è da sempre parte del territorio d’elezione del pomodoro San Marzano grazie alle caratteristiche della terra e del clima, tanto da basarne su di esso la propria economia e per certi versi anche la propria cultura passata, presente e anche futura.DSC_0160La “Gustarosso Academy” struttura all’avanguardia,  semplice da raggiungere grazie alla vicinanza dello svincolo autostradale,   è stata inaugurata il 4 dicembre scorso a Sarno, appunto, con l’obiettivo di salvaguardare e trasmettere i prodotti e le importanti tradizioni locali, primo fra tutte il pomodoro  ottenuto da piante della varietà San Marzano che gode della DOP, con la denominazione "Pomodoro San Marzano dell'agro sarnese-nocerino".
L’Academy si propone come punto d’incontro per chef, pizzaioli e pasticcieri che intendono collaborare anche nello sviluppo e la valorizzazione di un territorio che permetta ai giovani di restare e nel contempo portarne la conoscenza oltre i confini nazionali., creando cosi nuove opportunità.
DSC_0227  DSC_0325
Un’ampia sala ospiterà  serate a tema aperte al pubblico,  con degustazioni di pomodoro Gustarosso e altri prodotti locali, la cucina a vista sarà sede di corsi e laboratori per pizzaioli e pasticcieri e chiunque voglia apprendere i segreti della cucina del posto; a breve sarà fruibile  anche un B&B al piano superiore della struttura.
 DSC_0217 DSC_0213
I corsi per pizzaioli, che avranno a disposizione un forno a legna napoletano personalizzato per Gustarosso dall’artigiano Stefano Ferrara,   saranno multilingue e si avvarranno del sodalizio con Pizza Experience, format curato da Giovanni Improta della Pizzeria al “Al 22” di Napoli e da Rosario Piscopo della pizzeria omonima.
Inoltre, per chiunque voglia avvicinarsi alla storia e alla cultura di questo territorio che conserva numerose testimonianze storiche, sono previste anche visite guidate estendibili a tutta la Campania.
DSC_0204  DSC_0208
DSC_0311 DSC_0315
 
La serata d’inaugurazione ha visto la partecipazione delle autorità locali e personaggi dello spettacolo ma soprattutto di tanti pizzaioli e chef già amici di Gustarosso:   Enzo Coccia ed Eduardo Ore, Giovanni Improta, Rosario Piscopo, Antonio Fusco che hanno assunto i “comandi” di forno e friggitoria, sfornando e friggendo pizze fritte, montanare,  marinare, mentre in cucina a preparare Spaghetti “Pasta Armando” con un ricco sugo di pomodoro Gustarosso , lo chef Mirko Balzano.
Dolci e panettoni sono stati offerti da Pasquale Bevilacqua.
DSC_0207 DSC_0262
Il punto vendita annesso alla struttura è stato completamente rinnovato e si possono acquistare non solo prodotti agricoli ma anche alimentari e  bio.
qui l’album della serata.

Gustarosso Academy
via Ingegno 32 Bis
Sarno (Sa)
info@gustarosso.it
www.gustarosso.it

Per Info:
Nunzia Clemente
+39 388 15 84 928
nunzia@gustarosso.it

venerdì 8 dicembre 2017

Pizze ‘Elettrizzanti’ alla Pizzeria Palazzo Petrucci di Napoli

Già da  qualche tempo  la pizzeria Palazzo Petrucci di Piazza San Domenico a Napoli, ha abbandonato il suo vecchio forno a legna in favore di un nuovo forno elettrico prodotto da Moretti Forni.DSC_0042La differenza (visibile),  relativamente ai classici forni elettrici da pizza, e che questo nuovo modello è senza porta anteriore, quindi “a bocca” aperta, come i forni a legna classici, ma a differenza di questi ultimi, il forno Moretti permette di avere temperature stabili  fino a 510°, umidità costante e uniforme e susseguente uniformità di temperatura della superfice di cottura, rispettando cosi il tempo di cottura di una pizza napoletana che deve restare nei 90 secondi.DSC_0006Il nuovo forno “Neapolis” , è stato presentato alla stampa durante un happening  curato dal giornalista Vincenzo Pagano di Scatti di Gusto, cui hanno partecipato anche  alcuni dei pizzaioli che hanno  preso parte alla progettazione del forno, presentando le loro pizze “elettrizzanti “   studiate non solo per questo tipo di forno e  che seguono l’attuale tendenza della pizza cosiddetta “canotto”, ossia col cornicione piuttosto gonfio rispetto alla base della pizza stessa (tranne quella di Teresa Iorio, che resta nel classico)
Impasti morbidi e scioglievoli, topping ben assortiti con prodotti di qualità, cottura uniforme (a parte le ultime servite che presentavano qualche defaillance nella cottura, ma verso la fine del terzo”giro”).
Queste le pizze degustate  (personalmente ho gradito particolarmente la prima e l’ultima) che troverete in carta alla Pizzeria Palazzo Petrucci:
DSC_0010Fonduta di bufala, porcini, castagne e prosciutto di Parma croccante , di Teresa Iorio.
DSC_9985Salsiccia e Friarielli con crema di friarielli e foglie cristallizzate, di Salvatore Lioniello.DSC_0022Carlo Sammarco. Vellutata Viola con patate viola francesi, pancetta tesa croccante di maiale nero casertano, fior di latte dei Monti Lattari  di  Carlo Sammarco. DSC_0025Finto Soffritto: salsiccia in salsa piccante, fior di latte e finocchio à la julienne di  Diego Vitagliano.DSC_0026Verza, cotica di maiale, scorzette di Parmigiano Reggiano e mirto  di  Angelo Romano, quest’ultimo pizzaiolo “resident”e  in collaborazione con lo chef stellato Lino Scarallo.

qui l’album completo.

Pizzeria Palazzo Petrucci
Piazza San Domenico Maggiore, 5,6,7 - Napoli
+39 081 551.24.60
+39 337 108.26.36
pizzeria@palazzopetrucci.it

venerdì 1 dicembre 2017

Presentato il Calendario Pasta Leonessa 2018

iPiccy-collageLa pasta non solo nel piatto ma anche come accessorio fashion  per la presentazione del  nuovo calendario Pasta Leonessa,  quest’anno  alla 23' edizione e presentato al Pastabar Leonessa (Interporto di Nola,) il 30 novembre, durante un pomeriggio dal ricco programma, con pasta party e  con la presenza dei tre chef stellati che hanno proposto le 12 ricette del calendario.iPiccy-dPer l’occasione Pietro D'Agostino, chef del ristorante stellato La Capinera di Taormina, iPiccy-collagecGiuseppe Mancino, chef del ristorante due stelle Michelin "Il Piccolo Principe" di Viareggio (Grand Hotel Principe di Piemonte), iPiccy-collagese Luigi Salomone, chef del ristorante stellato Piazzetta Milù di Castellammare di Stabia, hanno presentato una delle loro ricette presenti in calendario.
Ricette appassionate,  equilibrate,  ricche di colore, profumi e sapori, che, lo ricordiamo, sono facilmente realizzabili anche nella cucina di casa, e che esaltano il gusto dei vari formati di Pasta Leonessa usati per la realizzazione delle ricette, tutte con ingredienti relativi ai territori di provenienza o attività degli chef.
Oltre ai consigli del nutrizionista e del sommelier va sottolineata la ricetta del progetto “Il tredicesimo mese”, che per il 2018 vede la presenza degli studenti dell’ISIS “Luigi dei Medici” di Ottaviano, vincitori del concorso “I primi delle festività natalizie”, indetto dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania rivolto a tutti gli Istituti alberghieri della Campania.
qui l’album della serata.
Il calendario è ritirabile gratuitamente presso il Pastabar all’interporto di Nola e al Pastificio Leonessa.

Pastificio Leonessa:
Via Don Minzoni 231, Cercola (NA)

Via Manzoni, 54/56
Via Bruno Buozzi, 15 San Giorgio a Cremano (Na)

giovedì 30 novembre 2017

Re Panettone® Napoli 2017: terza edizione

https://www.repanettone.it/assets/media/images/repanettone/home_napoli_foto.jpg
Terza edizione di Re Panettone® a Napoli, il 2 e 3 dicembre prossimi, ospitata come per le precedenti edizioni nei saloni del prestigioso Grand Hotel Parker’s (Corso Vittorio Emanuele, 135).
DSC_9834Tra le novità di quest’anno la presentazione della “Certificazione Re Panettone®”, iniziativa volta a garantire freschezza, artigianalità e purezza del prodotto meneghino (ormai nazionalizzato italiano) durante tutto l’anno, e a cui hanno già aderito 9 dei pasticcieri presenti alla manifestazione.
DSC_9842   DSC_9846
La manifestazione quest’anno si avvale della collaborazione dell’Ais Napoli per laboratori sulla degustazione tra panettoni e vini, offerti dal Consorzio di Tutela dei Vini del Sannio.
Ci saranno anche seminari di approfondimento tecnico e preparazioni dal vivo di ricette di dolci lievitati.
L’ingresso alla manifestazione,  sarà libero e si svolgerà dalle ore 11 alle ore 21 sabato, mentre domenica sarà dalle 11 alle 19 e  i panettoni avranno un prezzo al kilo di 25 euro, 750g  a 20 euro e 500 g a 15 euro.
DSC_9852 DSC_9858
qui l’album della conferenza stampa di presentazione.
Queste le pasticcerie e i pasticcieri presenti:
Agriturismo La Paterna, Giovanni Merlo -   Giavera del Montello (TV)
Antica Osteria Nonna Rosa, Francesco  -  Guida Vico Equense (NA)
Antico Forno Nencioni, Alessio Nencioni   - Lamporecchio (PT)
Belsito, Gabriele Lolli -  Serrone (FR)
Cappiello Pasticceria Gelateria Caffetteria,
Luigi e Michele Cappiello -  Santa Maria Capua Vetere (Ce)
Fornai Ricci, Mattia Ricci  -  Montaquila (IS)
Forno Sammarco, Antonio Cera - San Marco in Lamis (FG)
In Croissanteria, Italo Vezzoli  -  Carobbio degli Angeli (BG)
La Fornarina, Federico Nicoletti  - Sant' Elia (FR)
Leopoldo Infante, Salvatore Tortora - Napoli (NA)
Lombardi Pasticcieri dal 1948, Aniello Di Caprio  -  Maddaloni (CE)
Nero Vaniglia, Giorgia Grillo - Roma
Panificio Ascolese, Fiorenzo Ascolese - San Valentino Torio (SA-)
Panificio Pugliese, Michele Segreto-  Toritto (BA)
Pasticceria Castello, Angelantonio Perrotta  - Cervinara (AV)
Pasticceria De Vivo dal 1955 a Pompei, Vincenzo Faiella -  Pompei (NA)
Pasticceria Giuri'ss, Federico Perrone  - Salice Salentino (LE)
Pasticceria Mennella, Vincenzo Mennella -  Torre del Greco (Na)
Pasticceria Morandin, Mauro Morandin - Saint-Vincent (AO)
Pasticceria Panzini, Moreno Panzini  -Subiaco (RM)
Pasticceria Re di Dolci, Pietro Sparago -  Castel Marrone (CE)
Pasticceria Varriale, Salvatore Varriale - Napoli (NA)
Pizzeria Farina del mio sacco, Giovanni Saviozzi  - Cascina (Pl)
TenerlTÀ , Angela Padovano - Caserta (CE)

domenica 26 novembre 2017

A ‘Le 7 Voglie’ di San Marco Evangelista l’orto in tavola con Francesco Fusco ospite di Antonio Ferraiuolo

DSC_9491Interazione tra pizzeria e cucina per un menù tutto sommato leggero e piacevole, in una bella struttura del ‘700 (ex sanatorio), una parte della quale con massicce mura coi mattoni a vista e tetto di legno con travi originali e con annessa cappella religiosa conservata pressoché intatta. iPiccy-collageProdotti dell’orto e tradizioni natalizie protagonisti della serata di giovedì 23 novembre scorso presso la pizzeria Le 7 Voglie di San Marco Evangelista (Ce). Largo a cicorie, scarole, cime di rapa e a tanti altri ortaggi che sapientemente combinati hanno dato vita al percorso degustativo de “Le 7 voglie del Moera”, l’evento organizzato in collaborazione con Laura Gambacorta. Ospite per una sera di Antonio Ferraiuolo, pizzaiolo e patron de Le 7 Voglie,  lo chef Francesco Fusco, titolare insieme alla moglie Diana Fierro del ristorante-orto Il Moera di Avella a cui recentemente si è affiancata l’azienda agricola da cui provengono i prodotti usati per la ristorazione.

DSC_9452Il menu, ha visto alternarsi pizze ideate per la serata da Antonio Ferraiuolo e Francesco Fusco e piatti della tradizione natalizia, a cominciare con:
Mbastuocchio de Le 7 voglie, una  preparazione contadina del periodo natalizio a S. Marco Evangelista con cime di rapa, crema di fagioli (nella versione originale i fagioli sono interi) e pane al rosmarino.   Un tempo il pane usato era il pane “canestrato”, cosi chiamato perché veniva messo a lievitare in piccoli canestri di vimini. DSC_9487Pizza Terra Mia: fior di latte, cicoria bietola con baccalà marinato.DSC_9494Pizza Moera: provola, crema di cavolfiore, aglio orsino, guanciale e buccia di limone.DSC_9496Minestra maritata del Moera.DSC_9497Dessert Le 7 Voglie (struffoli con bucce d’arancia e cioccolato fondente).iPiccy-collagef
In abbinamento:
Caprettone Igp Fuocomuorto
Lacryma Christi del Vesuvio Dop Fuocomuorto
AmaRè Antica Distilleria Petrone
qui l’album della serata

Pizzeria Le 7 Voglie
Via Domenico Gentile 104
San Marco Evangelista (Ce)
Tel. 328 2627302

Azienda Agricola “IL Moera”
Via delle Centurie
Avella (Av)
Tel. 081 8252924
http://www.locandailmoera.com/