sabato 28 aprile 2018

ravioli con zucchero e ricotta al pomodoro

DSC_2297
Un primo dall’accostamento insolito dolce - salato, ma godibilissimo, questi ravioli dolci ripieni con ricotta e zucchero e conditi con sugo di pomodoro, preferibilmente fresco.
Un’antica ricetta oggi un quasi del tutto dimenticata, di  Cervinara in provincia di Avellino, sono piuttosto semplici da fare.
Me ne parlava qualche tempo fa un collega che mi ha passato anche la ricetta dei Ravioli dolci con ricotta.
L’accostamento dolce – salato mi ha incuriosito, per cui li ho provati…e mi sono piaciuti, quindi ve li propongo, dopo averli rifatti a distanza di pochi giorni!!!
Trascrivo la ricetta cosi come mi è stata data.
Ingredienti per 4/5 porzioni
500g ricotta
1 uovo
sale
2 cucchiai di zucchero (assaggiare, se si preferisce più dolce aumentare un po’ la quantità di zucchero)
500 g di farina
2 bicchieri d’acqua
sale
Sugo di pomodoro fresco
Con la farina setacciata, l’acqua e un pizzico di sale preparare la pasta, quindi lasciar riposare un po’ l’impasto  coperto da un tovagliolo.
Nel frattempo in una terrina, con un cucchiaio di legno lavorare la ricotta con lo zucchero e l’uovo sbattuto fino ad avere una crema liscia (eventualmente è preferibile lasciar sgocciolare prima qualche ora la ricotta e  poi setacciarla  per avere una crema più liscia), tenere momentaneamente da parte.
 DSC_1133DSC_1137
Tirare la sfoglia piuttosto sottile, col matterello o con la sfogliatrice, e con con l’apposito attrezzo per ravioli o con lo stampino preparare i ravioli  che cuocerete poi in acqua salata, scolandoli quando vendono a galla.
Condire col sugo di pomodoro e servire.

mercoledì 25 aprile 2018

Pizze a confronto

iPiccy-collagep

L’arte pizzaiola di Giacomo Garau e di Pasqualino Rossi insieme per   una “pizzata” di beneficenza, il cui ricavato è stato devoluto a favore all'Associazione Culturale "ALAS DE ESPERANZA" con sede Bellona (CE), che sostiene da diversi anni la missione di Don Carlo Iadicicco e sua sorella Geremia presso Villa el Salvador nella periferia di LIMA in Perù, nella gestione e nello sviluppo di un istituto scolastico materno ed elementare e di un programma ricreativo, realizzando anche un doposcuola integrato, che accoglie centinaia di bambini e ragazzi da tre diversi quartieri, fra i più poveri della città.iPiccy-collageoNelle luminose sale della  Pizzeria Olio e Basilico di Calvi Risorta (CE)   il patron  Giacomo Garau e Pasqualino Rossi hanno unito le loro esperiente in fatto di pizza e impasti, per un amichevolissimo confronto  in una performance a quattro mani,  sfornando pizze considerevoli e ricche di gusto (a impasti differenziati per farine e lavorazione) rispecchianti i sapori dell’alto casertano uniti al fior di latte di Agerola e altre delizie.iPiccy-collagefSi inizia   con una focaccia con pomodorini a pezzi,  alici e menta, di Pasqualino, e a seguire pizze con:
iPiccy-collagecCarciofi stufati, Acciughe di Cetara, Fior di latte di Agerola, scaglie di Ricotta salata (Garau)iPiccy-collagecoCornicione ripieno di Ragù di Pomodoro e Melanzane, Mozzarella di bufala, scaglie di Parmigiano stagionato 36 mesi (Rossi) iPiccy-collageaAsparagi freschi, Pancetta tesa, Fior di latte di Agerola (Garau).

iPiccy-collagepE per finire… la dolce "Pizzeppola",  ideata da Pasqualino, un po’ pizza e un po’ zeppola dolce,  un “calzone” ripieno di crema pasticcera al rum (ricetta casalinga di Mamma Rita…!)  e Amarene, spolverizzata con zucchero al velo fuori dal forno e arricchita ancora con un ciuffo di crema con l’amarena: una vera bontà di cui si farebbe volentieri il bis.

30443469_1834617609935597_4678576934311952384_oVini azienda Telaro e Fazio, sponsor dell’evento  le aziende Il Torchio e Terre Magiche Gourmet.
Evento a cura di GCpress Comunicazione di Guenda Calderaro.
qui  l’album completo.

martedì 17 aprile 2018

Grande successo a Napoli della prima tappa di Meet Massari, il tour di Iginio Massari con Molino Dallagiovanna

iPiccy-collageInterpretare con un dolce la solarità e la vitalità dei napoletani, il vigore e la vivacità di una città spesso controcorrente quale è Napoli.
Da qui ha preso spunto  Iginio Massari, il Maestro dei Maestri dell’arte bianca per ‘Il sole di Napoli’ una torta tra i cui ingredienti ci sono i limoni di Sorrento, che danno un  gusto e profumo agrumato intenso e aromatico.
Una crostata moderna e allo stesso tempo  quasi una torta della nonna, ossia uno di quei dolci che ti coccola e con cui si inizierebbe la giornata ma lo si mangerebbe volentieri ad ogni ora, perché trasgredire con una fetta di dolce, e non solo, è una coccola stimolante.DSC_2139Il dolce è stato presentato in un cooking show tenuto da Iginio Massari durante la prima tappa di Meet Massari,  un tour in tre tappe (di cui la prima a Napoli, a Città della Scienza il 9 aprile scorso) ideato da Molino Dallagiovanna , produttore tra le altre, della linea le Dolcissime per pasticceria: Frolla 130, Frolla, Sfoglia, Brioche, Brioche Soft, Panettone, Panettone Z e Rinfresco, una  farina innovativa, nata dall’incontro tra il Massari e il molino emiliano, studiata, creata e testata appositamente per rinfrescare il lievito madre che diventa cosi giustamente acido e profumato una volta sviluppato.iPiccy-collagegUn cooking show in cui Massari, ‘mattatore’ carismatico e sopra le righe ha catturato l’attenzione del pubblico di pasticcieri e addetti al settore,  non solo con spiegazioni e consigli tecnici ma anche marketing, direttive e astuzie per sviluppare al meglio la propria attività.iPiccy-collagesCon Iginio Massari, ha partecipato Salvatore De Riso, che insieme a Massari ha preparato anche "Mediterranea", una  monoporzione di massa montata alla ricotta glassata all'arancia con pasta sablé e pan di spagna e il suo famoso Soufflè Stregato  in versione al cioccolato.
Una giornata (in collaborazione con Agrovo Alimentari, azienda campana, leader nel settore della distribuzione di semilavorati e materie prime per pasticceria, gelateria e panificazione) di grande soddisfazione per gli organizzatori, grazie al grande riscontro che l’evento, durato l’intera giornata, ha avuto e a cui hanno partecipato anche altri grandi nomi dell’alta pasticceria Campana: Alfonso Pepe,  Salvatore Varriale,  Denis Dianin, Pasquale Marigliano,  Marco De Vivo, Salvatore Gabbiano.
qui l’album completo della giornata.

martedì 10 aprile 2018

1968 - 2018: il Caseificio Ponticorvo di Alvignano (CE) compie 50 Anni.

BeFunky Collagen
Mezzo secolo di storia, di produzione e di sviluppo economico, di valorizzazione di una tipicità e di un territorio  unico e altamente produttivo com’è quello dell’alto casertano, mantenendo l’artigianalità e la qualità di un tempo pur con l’uso di tecniche moderne: l’importante traguardo è stato festeggiato il 7 aprile scorso dal  Caseificio Ponticorvo di Alvignano (Ce) con una grande festa con tantissimi amici e personalità del settore che si è tenuta nella splendida Tenuta Colle Rajano, circondata dal verde lussureggiante dei Monti Trebulani, panorama esaltato dalla tiepida giornata primaverile.BeFunky CollagetNel 1968 Antonino e Giuseppina Ponticorvo, si trasferiscono dalla penisola sorrentina, già terra di antiche tradizioni casearie, ad Alvignano dove danno inizio alla lavorazione di latticini prodotti con latte bovino, che in breve si evolve passando alla lavorazione di latte di bufala e i figli Luca e Massimo continuano con impegno l’attività, fino a creare ognuno la propria azienda.
Oggi il caseificio nella sede storica fondata dai nonni Antonino e Giuseppina, è portato avanti da Massimo insieme a sua moglie Brigida ed i figli Giusy, Anna e Antonino, che hanno fatto si che la produzione raggiunga anche il Giappone, la Corea e varie nazioni europee.DSC_2044La famiglia, la determinazione e una sana gestione sempre proiettata al bene dell’impresa e alla sua crescita, sono stati gli ingredienti che hanno portato al successo del nostro caseificio – ha dichiarato Massimo Ponticorvo – la nostra storia è anche sviluppo economico ed occupazionale che ha portato ad un forte legame con questo territorio.
Entro un paio d’anni nascerà una nuova struttura per migliorare la qualità della produzione e adeguarla alle diverse esigenze di mercato.
qui l'album della giornata.

Ufficio stampa curato da Antonella d’Avanzo.

Caseificio Ponticorvo
+39 082 3865000
Via Miglio, 25 81012 Alvignano (CE)
info@caseificioponticorvosrl.it
https://www.caseificioponticorvo.com/

Tenuta Colle Rajano
via Felcio, 81010 Ruviano (CE)
http://www.tenutacollerajano.it/
Telefono: 3388543541
tenutacollerajano@gmail.com