martedì 26 giugno 2012

‘A pasta…

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
L’appuntamento è in Piazza S. Leone, a Gragnano, sui Monti Lattari: se pensate di affidarvi al navigatore, per arrivarci, non ci arriverete.
Questa piazza è infatti conosciuta con tale nome solo ai gragnanesi, per il resto del mondo, è Piazza Guglielmo Marconi.
Qui, come in altre parti della città, nell’800, la pasta veniva messa ad essiccare al sole: grazie al particolare clima, era garantita la migliore essiccazione e durata.
E’ qui che è stato fissato il punto di ritrovo per gli appassionati che hanno deciso di passare la giornata nella  città che ha dato origine all’industria della pasta, oggi IGP, per la kermesse, organizzata da Gazzetta Gastronomica e il Consorzio della Pasta di Gragnano: in programma visite guidate ad alcuni pastifici, laboratori, e grande “pastata” finale in piazza.
Sotto un sole rovente, si parte, alla volta del primo pastificio.
Pochi minuti e si arriva al Pastificio Gentile, un piccolo laboratorio artigianale fondato nel 1876: Alberto Zampino, figlio del proprietario, ci guida all’interno del laboratorio, la cui produzione prevede l’uso esclusivo di semola di grano duro italiano e precisamente pugliese.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           P6231893
La pasta viene essiccata in particolari celle fornite di enormi  ventole e termosifoni che la essiccano  in tempi variabili, da 2 a 4 giorni a seconda dei formati a temperature non oltre i 48°: è il metodo Cirillo, inventato nel 1919:  oggi come allora,  al pastificio Gentile, il mastro pastaio Natale Zampino, assaggia la pasta sotto i denti per valutarne lo stato di essiccazione.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
La visita continua e, in particolare, ci soffermiamo sulla lavorazione, manuale, come avveniva un secolo fa, della punta di diamante del pastificio: i fusilli, ad opera di uno staff di 4 donne dedite esclusivamente a questa lavorazione, ognuna gelosissima del proprio ferro, usato per creare appunto i fusilli da lunghe tagliatelle che hanno subito già, un periodo di riposo prima di diventare fusilli, che verranno poi sistemati uno per uno su particolari assi di legno per la successiva essicazione.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Finita la prima visita, si parte alla volta del prossimo pastificio.
In poco tempo, arriviamo al Pastificio dei Campi, nato nel 2007 grazie a  Giuseppe e Giovanna Di Martino, giovani soci dello storico Pastificio Di Martino, fondato a Gragnano (Napoli) nel 1912.
La filosofia del Pastificio ha come fine una condivisione di valori di artigianalità, rispetto della tradizione, responsabilità sociale, tutela dell’ambiente, trasparenza, finalizzati a raggiungere un obiettivo: la produzione di una pasta di altissima qualità, e con un  sistema di tracciabilità con cui il consumatore finale, può sapere dove, come e da chi è stata realizzata la Pasta dei Campi che ha acquistato: dal campo dove è coltivato il grano al mulino dove è stato macinato o alla confezione finale.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Il packaging è stato scelto per avere robustezza, onde evitare rotture del prodotto, e trasparenza insieme: la pasta è visibile, grazie alle “finestre” della confezione.
Il cubo è in confezione classica da 500 g, oppure da 250 g, denominata Duetto, o ancora una versione adatta ai single, da 125 g, denominata Egoista.
Anche qui, come nel precedente pastificio e in quello successivo, le temperature nei locali di lavorazione sono ben oltre le temperature esterne, superando i 38° per  garantire la giusta umidità della pasta.
Tra una tappa è l’altra, è arrivata l’ora del pranzo, che viene servito nel verde della bella Valle dei Mulini, tra i resti degli antichi Mulini.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
il menu? Non Indovinate?
‘A pasta, cos’altro?
Spaghetti con la colatura e cubetti fritti di pasta e patate e pasta e ceci.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Una volta sfamati, i nostri ardimentosi, ripartono, nella canicola Sole  pomeridiana, alla volta de “la fabbrica della Pasta di Gragnano”, di cui già conoscete la collaborazione con Maison Milady e a cui sarà dedicato un apposito post, vi anticipo solo che dopo l’IGP La fabbrica della Pasta è il primo pastificio di Gragnano a produrre una linea per celiaci, autorizzata dal Ministero della Sanità.
  OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA   OLYMPUS DIGITAL CAMERA
finita la visita, si fa ritorno in Piazza San Leone, dove nell’ex Chiostro degli Agostiniani, si sono tenuti i laboratori sulla pasta e sul ragù napoletano previsti dal programma, con la degustazione dei ragù presentati.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA  OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           P6232036
per il momento ci fermiamo qui, il post diventerebbe troppo lungo, ma prestissimo arriverà il seguito, con le foto degli stand e della “pastata” di piazza, con foto e descrizione di alcuni sette piatti presentati.
seconda parte... A bocca aperta
qui le foto

domenica 24 giugno 2012

gelato allo yogurt

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un gelato dal delicato aroma di fiori d’arancio, candido come la neve, per rinfrescarci dal caldo torrido di questi giorni di fine giugno, semplicissimo da fare, e da gustare rilassandosi, per un momento di dolce relax.

Ho alleggerito un po’ il prodotto finale usando latte scremato e yogurt magro, fatto in casa con i fermenti, usando latte scremato fresco.

Dose per circa mezzo chilo:

250 g di yogurt bianco

50 g di panna

90 g di essenza di essenza di natura Eridania

100 ml di latte

5 ml di acqua di fiori d’arancio

amarene sciroppate o topping per decorare

scaldare il latte con lo zucchero  fino a farlo sciogliere, unire l’acqua di fiori d’arancio, la panna, mescolare e scaldare ancora un po’.

fuori dal fuoco, unire lo yogurt e lavorare qualche minuto con una frusta, far raffreddare e passare in frigo un paio d’ore, dopodiché montare la crema con le fruste elettriche.

quando la crema è soffice, passarla in gelatiera e procedete secondo le istruzioni del vostro modello.

Servire dopo aver decorato con le amarene.

le foto non sono il massimo, in quanto il caldo incombe ed essendo casalingo il gelato si scioglie subito.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

venerdì 22 giugno 2012

granita di ciliege

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Mattinate e pomeriggi afosi, uno spuntino rinfrescante e non troppo calorico, ci sta bene.
Se poi è una granita di ciliege, di cui siamo in piena stagione allora si va alla grande, accompagnando magari con una brioche, per una colazione Sicilian Style!
Per una Granita:
200 g di ciliege
50 g di Essenza di Natura eridania
60 ml di acqua
Snocciolare le ciliege e tenere da parte.
Sciogliere lo zucchero a freddo in acqua, se siete temerari e volete stare ai fornelli, preparate uno sciroppo facendo bollire Essenza di Natura con l’acqua, in questo caso fate raffreddare.
20120618_075806
Frullate le ciliege, unite lo sciroppo, mescolate bene e mettete nella gelatiera, procedendo secondo le istruzioni.
Se non avete la gelatiera i tempi si allungano un po’ in quanto va messa in freezer e mescolata ogni mezz’ora fino alla giusta consistenza.
Una volta pronta dovete solo deliziarvi!
Volendo, con la stessa procedura si ottiene un sorbetto da gustare a fine pasto, aggiungendo, a granitura avvenuta un albume d’uovo montato a neve fermissima e ripassando di nuovo in freezer o in gelatiera (con questa basteranno pochi minuti).






mercoledì 20 giugno 2012

tartare di tonno all’agretto di lamponi e mozzarella affumicata

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per ogni tartare vi occorre:

una fettina di filetto di tonno di circa 100 g

1 fettina di mozzarella affumicata, 60 g circa

1 cucchiaio di agretto di lamponi

olio evo Dante 100% italiano

sale grigio bretone

1 fetta di pan carrè

uno spruzzo di limone

Cominciamo dal tonno, che dev’esse fresco, ma procedete come vi ho già indicato  nella  tartare di salmone.

Una volta fatto il passaggio in freezer, tagliate in piccoli dadini il tonno, mettetelo in una ciotolina, condite con l’agretto di lamponi, uno spruzzo di limone, l’olio e pochissimo sale.

Mescolate e lasciate riposare un’oretta.

Foto2730

Dopo aver eliminato la crosta, tagliate a triangoli o come preferite la fetta di pan carrè, e fate abbrustolire su una piastra antiaderente.

Tagliate anche la fettina di mozzarella affumicata a piccoli dadini, sgocciolate il tonno e mescolatevi i dadini di mozzarella.

Sistemare un tagliapasta della forma preferita sul piatto di portata, riempirlo col composto di tonno e mozzarella, compattando con delicatezza.

Lasciate riposare qualche minuto al fresco, al momento di servire, sformate delicatamente, decorate coi crostini e col sale grigio e servite.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

sabato 16 giugno 2012

Festa della Ciliegia al borgo medievale di Castello a Gragnano

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Avete ancora tempo stasera 16 giugno o domani sera 17 giugno, per partecipare a questa simpatica festa partita ieri,  in quel di Gragnano, (famosa città della pasta)  e precisamente nel Borgo Medievale di Castello, nei Monti Lattari, festa dedicata alle Ciliegie del Borgo Castello e ai prodotti locali.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Una volta giunti a Gragnano, potete parcheggiare gratis e senza stress nel piazzale della stazione, da dove, navette gratuite, nel giro di pochi minuti, attraversando la suggestiva Valle dei Mulini, vi porteranno al Borgo: qui, appena scesi dalla navetta, vi troverete in  un’atmosfera d’altri tempi: lungo le stradine del borgo, autentico museo all’aperto, potrete ammirare strumenti dell’arte contadina antica,  i balconi e le case addobbati con decorazioni  degli artigiani locali e  ciliege, o ancora i lavori tradizionali delle donne di Castello, merletti e pizzi artigianali, o figuranti in costume  o suggestive luminarie.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA         OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA         OLYMPUS DIGITAL CAMERA
E ammirando tutto questo, ecco che vi trovate nella piazza del borgo, dove si svolge  la sagra, in collaborazione con la condotta Slow Food Monti Lattari.
Piazza dominata dalla Chiesa di Santa Maria dell’Assunta, monumento nazionale, e dove tra le altre opere, potrete ammirare un trittico sull’altare maggiore, raffigurante la Madonna, San Pietro e San Paolo, risalente alla seconda metà del XVI secolo, di scuola Napoletana, cosi come la tela posta al di sopra del trittico, raffigurante l’Assunta.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Intanto la sagra è nel vivo, le ciliegie fanno bella mostra di sé sulle bancarelle allestite, per 5 euro, potrete degustare un menù scegliendo tra due primi, più  un secondo di affettati e formaggi dei monti Lattari, un “coppetiello” di Ciliegie del Borgo, acqua, vino locale e un dolce alle ciliegie, of course, da gustare sotto gli alberi, respirando aria buona con una allegra colonna sonora di canti e balli folcloristici.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA         OLYMPUS DIGITAL CAMERA
 OLYMPUS DIGITAL CAMERA         OLYMPUS DIGITAL CAMERA
 OLYMPUS DIGITAL CAMERA          20120615_211618
Di mattina invece alle 10, sempre con Slow Food, laboratori didattici dedicati a genitori e bambini, per imparare  come fare la marmellata.
Cos’altro dirvi? Non c’è lo stress del parcheggio, è gratis, il prezzo della cena è irrisorio, le ciliegie sono buone…. Fate un salto, e non ve ne pentirete!!!
OLYMPUS DIGITAL CAMERA          P6151836
OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA
20120615_211447 20120615_211638