mercoledì 8 giugno 2011

treccia al burro

La colazione, di qualunque giorno della settimana, è per Noi (plurale maiestatis!) sempre un momento speciale e coccoloso. Che sia frettolosa perchè si va al lavoro, che si faccia direttamente al lavoro, o che si possa portare a letto...
Ecco che cerchiamo di prepararci sempre qualcosa di particolare....Che siano cereali o biscotti o lievitati... la passione è principalmente verso a brioche e lievitati.
Ecco che spesso c'è...

La Treccia al Burro

300 farina manitoba
1/2 cucchiaino di sale
100 g pasta acida + 1 g lievito di birra
oppure 5 g lievito di birra
1 uovo
125 g latte tiepido
60 g di zucchero
85 g di burro morbido a pezzetti
scorza di 1 arancio e 1 limone grattati (ricordate di sceglierli non trattati e di spazzolarli bene in acqua prima di grattarli)

sciogliere in entrambi i casi il lievito nel latte tiepido
mettere nell'impastatore lievito sciolto, farina, uovo, zucchero, sale, aromi  e lavorare, a bassa velocità almeno 10 minuti, poi in ultimo il burro, un pezzetto alla volta

e quando è assorbito lavorare ancora almeno 10 minuti aumentando la velocità. Lasciar lievitare un paio d'ore al coperto, anche nella stessa ciotola dell'impastatore  poi  formare i filoni e la treccia. Se l'impasto è ben lavorato, non si attaccherà nè alle mani nè al tavolo, non ci sarà bisogno d'infarinare.
mettere nello stampo e lievitare fino al bordo, almeno 5 o 6 ore  coperto con un tovagliolo.
io ho preparato l'impasto verso le 10 di mattina, le treccie intorno alle 12, e la cottura verso le 19.30 di sera.
(prima della lievitazione)
spennellare delicatamente con un uovo sbattuto,
Cuocere a 170° gradi circa 25 minuti, mettendo nel forno qualche cubetto di ghiaccio in un pentolino per creare vapore
 eccola appena sfornata....
e appena tiepida, morbida, soffice e profumata.
(un consiglio, lasciate colorire appena un pò di meno...)
L'ideale per una bella colazione, magari con la crema alla nocciola fatta qui, (e consiglio di conservare in frigo), o anche con una buona marmellata...sempre fatta da noi, of course....

Quest'impasto, essendo "diretto", ossia non si fa prima un lievitino preliminare, può essere lavorato anche a mano, naturalmente con molto olio di gomito, almeno una 20na di minuti prima di fare poi le lievitazioni, Alla fine avrete spalle e pettorali al top....



4 commenti:

  1. che bel blog e che splendida la tua treccia!!!!!!!! ora ti seguo anche io!

    RispondiElimina
  2. Grazie!!! spero che la fiducia sia ben riposta!

    RispondiElimina
  3. ciao Maria, complimenti per il blog!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Do'...passerò anche da te!

    RispondiElimina