giovedì 18 settembre 2014

Dolcetti di Semola al limone

DSC_2814 (Copia)

Profumi della Divina Costiera per questi dolcetti con le scorzette candite del Limone igp sfusato  di Amalfi, dalla scorza ricca di oli essenziali e particolarmente profumato. Coltivato ad Amalfi fin dal tempo della Repubblica,  per le sue proprietà anti scorbuto non doveva mancare sulle navi.

Invece di farina normale ho voluto usare la semola di grano duro, nello specifico, semola di grano duro Senatore Cappelli prodotta in Alta Irpinia.

Ne è venuto fuori un dolcetto gradevole e intrigante, piacevole anche con il caffè, oltre che col tè o a colazione.

Ecco le dosi:

300 g di semola di grano duro

50 ml di olio d’oliva

1 uovo

150 g di zucchero al velo

25/30 ml di latte

25 g di scorze di limone Igp Sfusato d’Amalfi candite

2 g di ammoniaca

sale

zucchero a velo per la finitura.

Miscelare semola e zucchero e metterle a fontana sul piano di lavoro.

Tritare finemente le scorze candite e mescolarle alla farina.

Sbattere l’uovo con l’olio, il latte (tenerne da parte 2 cucchiai) e il sale.

Nel latte tenuto da parte sciogliere l’ammoniaca.

Versare sulla farina la miscela di uovo latte e olio, unire l’ammoniaca sciolta e impastare formando un panetto piuttosto morbido.

Con l’impasto formare delle palline di circa 25 g ciascuna, rotolarle nello zucchero al velo e sistemarle sulla placca rivestita con carta forno, schiacciandole leggermente.

DSC_2805 (Copia)

Lasciar riposare circa una 20 di minuti, quindi infornare a 170° per circa 15 minuti.

Dovranno risultare dorati  alla base e chiari e screpolati in superfice.

Lasciar raffreddare prima di gustare.

Si conservano bene al chiuso anche una settima,  se durano….

DSC_2813 (Copia)

2 commenti:

  1. Vengo io ad aiutarti a finirli, così si conservano solo qualche ora :))
    troppo buoni....

    RispondiElimina
  2. vengo anch'io aspettami Daniela!!! Troppo buoni,immagino il profumo!

    RispondiElimina