mercoledì 5 febbraio 2014

Scialatielli delle Due Sicilie.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Questa ricetta, nasce un po’ dai ricordi, che si sa, hanno sempre un “gusto” particolare…
Ricordi di bambina, quando d’estate le vacanze erano dalla nonna e dai cugini giù in Sicilia
A volte ci si riuniva tutti dagli zii  in campagna, si pranzava all’aperto, tra gli ulivi, quelli da cui si ricavava l’olio che poi insaporiva e impreziosiva ogni piatto, che fosse una pietanza cotta o cruda.
Ricordo, in particolare per il corposo ragù siciliano che spessissimo comprendeva anche i piselli, per completare il condimento, una volta aggiunto alla pasta, si aggiungeva ancora un filo d’olio a crudo.
Un olio corposo, che sprigionava  profumo e  fragranza unici.
Ed è a quelle giornate ormai lontane nel tempo, ma vive nel cuore, che mi sono ispirata per questo piatto: gli scialatielli a rappresentare la Campania, il sugo, a rappresentare la Sicilia.
Non avendo a disposizione l’olio siciliano, ho usato un olio delle colline beneventane, prodotto da cultivar “Ortice”, di colore tra il verde e giallo, fruttato con lievi note di amaro e piccante, sentori erbacei e di pomodoro.
Con questa ricetta, inoltre, collaboro al volume EXTRA PASTA, della collana EXTRA RICETTE,  volta a valorizzare e promuovere l’uso dell’olio extravergine d’oliva.logo_EXTRAricetteUn’ultima cosa: non essendo periodo di piselli freschi, ho usato quelli congelati, cosi pure per il basilico, non avendo a disposizione quello fresco, ho usato quello secco, che ha dato comunque un buon profumo agli scialatielli.
Ingredienti per 4:
250 g farina
50 g semola rimacinata
1 uovo
100 g di latte a temperatura ambiente
20 g di olio evo
1 cucchiaio di pecorino
2 g di sale
2/3 foglioline di basilico fresco tritato
o un pizzico  secco.
Per il ragù:
200 g di macinato misto, di maiale e vitello
1 spicchio di cipolla
1 cucchiaio abbondante di olio evo
250 ml di succo di corbarini I sapori di Corbara
50 g di piselli
sale.
Preparare il sugo:
In un tegame scaldare l’olio, unire la cipolla affettata al velo e lasciar appassire.
Aggiungere i piselli, lasciar insaporire alcuni minuti, quindi unire la carne sbriciolata, lasciando rosolare.
P1018178   P1018179
Unire il succo di corbarini, salare, mescolare coprire e far cuocere a fuoco lento un’ora o poco più, mescolando e controllando spesso che non attacchi.
Il sugo è pronto quando è ben ristretto, a questo punto aggiungere ancora un filo d’olio a crudo e mescolare.
Intanto preparare gli scialatielli: mescolate le due farine col formaggio e il sale, fare la fontana sulla spianatoia, unire l’olio, l’uovo, il latte, il basilico e impastare, lavorando circa 15 minuti, quindi far riposare l’impasto coperto con un tovagliolo una trentina di minuti.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Stendere la pasta a 5 mm con il mattarello o la sfogliatrice, e con un coltello a lama liscia, tagliarla a striscioline di circa 12 cm x 4 mm, che farete bollire in acqua bollente e salata circa pochi minuti.
Scolare e condire col sugo preparato, completando, secondo la tradizione siciliana, con un altro filo d’olio.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

4 commenti:

  1. gusto e odore che portano indietro nel tempo, brava mi piace quest'unione delle due Sicilie :*
    ti abbraccio biddazza mia
    Cla

    RispondiElimina
  2. Baciamu a Vossia Cummari Cla!

    RispondiElimina
  3. Che bel primo piatto, gustoso e appagante :)

    RispondiElimina
  4. Manca qualcosa, in questo post. Dov'è la forchetta? Voglio infilarla subito, non si può non assaggiare ... ^_^ Buon fine settimana

    RispondiElimina