giovedì 14 febbraio 2013

Pere al rosé con crema pasticciera

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Questo dessert è in parte una ricetta di riciclo, in quanto il vino rosé utilizzato era proveniente da una bottiglia aperta e avanzata durante le feste.

Può essere fatto anche con vino rosso, aumentando l’effetto cromatico finale della preparazione.

per 2:

Una pera abbastanza grande

crema pasticciera circa 100 ml pronta oppure, vedi qui

125 ml di vino rosé.

50 ml di acqua

50 g di zucchero

1 stecca di cannella

1/2 bacca di vaniglia incisa per il lungo

1 pizzico  di zenzero in polvere.

In un pentolino mescolare acqua, vino zucchero e spezie, e se ne avete a disposizione, buccia di limone o arancia tagliata a nastro.

Mettere la pera sbucciata e tagliata a metà nel composto, portare a ebollizione e cuocere circa 5 minuti, quindi spegnere e lasciare in infusione tutta la notte.

Scolare le pere, filtrare lo sciroppo e farlo bollire circa 10 minuti o più, fino a ridurlo, quindi far raffreddare.

Scavare il torsolo e tagliare a ventaglio le due metà di pere.

Sistemarle sul piatto da portata, guarnire con la crema e una cucchiaiata di riduzione di rosé.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Volendo potete lasciare le pere intere e sistemare la crema nell’incavo del torsolo completando con una cucchiaiata di riduzione: questa è la versione pic nic in ufficio…

20130109_112607

2 commenti:

  1. Le pere cotte con il vino le faceva la mia nonna, senza crema però. Con la crema mi piacciono di più :)

    RispondiElimina
  2. Un dessert semplice, antico ma molto raffinato

    RispondiElimina