sabato 5 maggio 2012

Giochiamo col Dolce Forno?

SAMSUNG
Nei giorni scorsi, durate una “special Session” di pulizie, ho fatto un ritrovamento eccezionale: il mio  Dolce Forno A bocca aperta
Che emozione riaverlo tra le mani: chi  non ci ha giocato da piccolo/a? Ecco la ciotolina, il matterello, le formine…sono un po' arrugginite, però… Manca il misurino e la spatolina… ...boh! boh…
Tra l’altro nel primo post di Maison Milady, si parlava anche del Dolce Forno…
Funzionerà ancora, mi sono chiesta? Basta mettere la spina e provare…. Siiiii, FUNZIONAAAAAAAA!!!Sorpresa
Considerato che un po' di giorni prima ho anche ritrovato il ricettario, allora bisogna usarlo subito: ecco che si torna indietro di un bel po' di anni…
Dunque, la ricetta che ho scelto di realizzare per questo ritorno, avendo un albume già a disposizione, è stata il Dolce Biancaneve, e poi il Dolce Ricoperto, che nel ricettario è consigliato più le più brave: la piccola Milady, si sentiva già all’altezza della situazione.
Ecco la ricetta, che potete leggere direttamente qui nel ricettario cliccando sull’immagine per ingrandire (ma ve la riporto lo stesso).
SAMSUNGSAMSUNG
Non avendo il misurino, ho usato un cucchiaino da caffè, che è equivalente e la carta da forno per gli stampini che hanno una macchia di ruggine.
1 albume
2 cucchiaini di zucchero rasi
6 cucchiaini di farina
2 di burro fuso.
Allora, prima di cominciare lavatevi per bene le manine, e chiedete alla mamma di aiutarvi a mettere il grembiulino.
Prendete la ciotolina, mettete il bianco d’uovo e con una forchetta o una piccola frusta, sbattetelo a neve ben ferma. Ci vorrà qualche minuto, ma non demordete.
Una volta montato bene il bianco d’uovo, aggiungete lo zucchero, mescolate, poi la farina, mescolate ancora e alla fine il burro fuso.
SAMSUNG
Mettete l’impasto negli stampini bene imburrati (o con la carta forno, come la piccola Milady), il ricettario consiglia di non riempire troppo gli stampi perché cuocendo il dolce cresce e dovrebbero venire 2 o 3 dolci: per fortuna 2 soli stampini sono bastati.
Ora è il momento di accendere il forno e mettere il primo stampino, chiamate la mamma per farvi mettere la spina e chiedetele di seguirvi durante la cottura.
SAMSUNG
Dopo circa quindici minuti, inserite l’altra formina da cuocere facendo scivolare la prima fuori dal forno, state attente a non toccare subito la formina appena uscita, o vi farete la bua! In lacrime
Quando tutte e due le tortine sono pronte, fatele raffreddare, poi sformatele.
SAMSUNG  Foto2604
Non è che,come diceva il ricettario, siano cresciute poi tanto, comunque il modo più semplice per farcire le vostre tortine, è spalmarle di confettura: Milady aveva confettura di albicocche e mandorle, ed ha usato quella, spalmandone una, poi ha sovrapposto l’altra, quindi ha spolverato con zucchero al velo.
SAMSUNGSAMSUNG
Che emozione le tortine fatte con le proprie manine col Dolce Forno… Quasi quasi è il caso di invitare le amiche per il tè delle 5 e farle morire d’invidia…
the'
e per finire…la versione americana!
easy backe oven

5 commenti:

  1. ciaoooo, che tuffo nel passato mi hai fatto fare stamattina, anche io preparavo dolci col dolceforno, e costringevo mio fratello a mangiarli. Il mio non c'è più......peccato,siamo passate dal dolceforno al blog, baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il Dolce Forno non l'ho mai avuto, ma l'ho sempre desiderato!!! Che bello...

      Elimina
  2. Purtroppo il mio Dolceforno(anzi, di mia sorella, per essere precise!) è scomparso negli anni e soprattutto nei vari traslochi fatti!!! Ma che bei ricordi! Mi viene in mente quando, in occasione del sesto (o forse settimo?) compleanno di mia sorella decidemmo di fare il dolce col Dolceforno appena ricevuto! Preparammo delle (tremende) tortine al cioccolato e obbligammo zii, genitori e nonni a mangiarle!!! Me lo ricordo ancora: sapevano di plastica!!! Poi però imparammo ad usarlo e i dolocetti cominciarono ad essere buoni! Grazie per avermelo fatto ricordare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Belinda, preparavo anche io quelle tortine al cioccolato, mio fratello le chiamava "spugnette" per quanto erano gommose, ma che bei ricordi

      Elimina
  3. Ciao ma dai che bello il dolce forno l'ho adorato, ecco forse perchè ora adoro fare dolci! Ma dai non posso crederci che l'hai usato per preprare i dolcetti, sei un MITO!!!!!!!!! fantastico, sei stata troppo forte!!!! :)

    RispondiElimina