lunedì 16 gennaio 2012

gnocchi d'acqua cotta e gnocchi ripieni

Che siano di patate, più lunghi da preparare, o molto più veloci, come questi preparati oggi, gli gnocchi sono una delle nostre passioni.
Ecco la versione che a Napoli è definita anche "d'acqua cotta".
Per 4 affamati, servono
500 g di farina petra1
650 ml d'acqua
un cucchiaio d'olio.
niente altro!
cominciamo col mettere a bollire l'acqua con l'olio, appena bolle si butta la farina in un colpo solo e si mescola subito.
otterrete una massa collosa, continuate la cottura per uno o due minuti, poi versate tutto sul piano di lavoro. Il composto sarà ancora poco omogeneo.
lasciate raffreddare qualche minuto, in modo da poterlo lavorare agevolmente per affinarlo  ed aver un panetto compatto ed omogeneo.
Formate quindi gli gnocchi come quelli di patate, e cuoceteli in acqua bollente salata.
Anche questi vanno scolati appena vengono a galla, conditeli col classico sugo di pomodoro e una spolverata di formaggio.
Con lo stesso impasto, ho fatto degli gnocchi ripieni, con mozzarella a dadini molto piccoli e pesto, facendo degli gnocchi un pò più grandi formando un incavo e ponendo al centro un dadino di mozzarella e un pò di pesto, chiudendo bene.
Altri un po' più piccoli li ho farciti con dadini di provola.

Si cuociono anche questi in acqua bollente salata e si scolano quando vengono a galla.
Quelli al pesto li ho conditi col sugo di pomodoro e un ricciolo di burro che si è ovviamente sciolto subito, quelli alla provola col pesto, ma andava bene anche il sugo o solo burro.... Il pesto è un pò scuro, perchè invece del mortaio ho usato il frullatore e le lame ossidano il basilico....

Nessun commento:

Posta un commento