martedì 20 maggio 2014

La torta della nonna, Milady’s style….

DSC_1618

Si potrebbe definirla torta della semplicità: frolla, crema, pinoli ed ecco  la torta della nonna.

Un dolce tipico toscano, “rivendicato”  anche ligure, che ha il sapore irresistibile delle cose buone di una volta e incontra il favore di grandi e piccoli.

Milady ve la propone con una piccola astuzia per la cottura del guscio esterno, cosi da avere un risultato impeccabile.

Ingredienti per la frolla:

250 farina 00

100 strutto

100 zucchero

sale

1 uovo

1/ cucchiaino di  estratto di vaniglia 

Crema:

250 latte

50 panna

3 tuorli

35 amido

1 cucchiaino di aroma al limone

pinoli

zucchero al velo

Il procedimento è semplicissimo: lavorare i tuorli con lo zucchero,  l’amido setacciato e l’aroma al limone, unire a filo il latte, preventivamente mescolato con la panna e portato al limite del bollore.

Far addensare la crema a fuoco lento, mescolando, quindi spegnere e lasciar raffreddare.

Preparare la frolla, a mano o mettendo tutti gli ingredienti nel mixer e lascia riposare in frigo un’oretta, volendo potete prepararla il giorno prima.

Su un foglio di carta forno stendere la pasta, e con un cerchio regolabile o con l’aiuto di una teglia, ritagliare un fondo di circa 26 cm, eliminare la pasta in eccesso, bucherellare con una forchetta e trasferire il tutto sulla placca del forno cuocere  in bianco circa 10 minuti a 170/180°.

Intanto stendere di nuovo la pasta rimasta, quindi sfornare la base, versare la crema restando nei limiti della base, quindi coprire con la restante pasta facendola aderire bene alla fondo.

Con eventuali ritagli si può ottenere un cordoncino da far aderire al perimetro inumidito con latte per sigillare bene la torta.

Spennellare con un goccio di latte e lasciar cadere i pinoli, quindi rimettere in forno circa 20 minuti a 170° fino a cottura completa.

Una volta fredda completare con la classica spolverata di zucchero al velo.

Volendo, si può arricchire ulteriormente la torta aggiungendo ai pinoli anche mandole a lamelle, o meglio, a filetti.

DSC_1628  DSC_1623

4 commenti:

  1. Un Barbatrucco insomma.....;)
    La prossima volta provo seguendo le tue istruzioni, grazie!

    RispondiElimina
  2. avevo visto la foto su facebook e mi piaciu subito subito, toscana o ligure a noi che ce ne 'mporta?
    grazie per i truchetti e la ricetta, biddazza mia
    :*
    Cla

    RispondiElimina
  3. Brava Daniela...Cla, sei un mito!

    RispondiElimina