domenica 3 giugno 2012

‘Na tazzulell’e cafè….

P6021657

Posso offrirvi un caffè? Ma, vi avverto,  un caffè speciale, sorprendente!

In ogni momento della giornata, lavorativa, di vacanza o casalinga che sia, da soli o in compagnia, un buon caffè ci sta sempre bene.

Il fatto è che non tutti, però gradiscono il caffè, per il suo gusto amarognolo o perché innervosisce o altro. E Noi, siamo tra i fautori del non caffè, almeno nel 97% dei casi,

Del restante 3%, in un caso lo preferiamo freddo, o meglio in versione granita, nell’altro caso, preferiamo questo che vi offro ora, il terzo caso, lo leggerete di seguito.

Cos’ha di particolare?

Intanto guardando attentamente la foto, vedrete che non è un caffè comune ma una tortina….  Sorpresa

Sissignori, una tortina, in una tazzina da caffè, una tortina che ha tra i suoi ingredienti un caffè particolare, ossia un caffè all’aroma di limone.

Forse troverete strana l’abbinata, (tra l’altro neanche il limone, da solo, non è propriamente tra le Nostre preferenze…ci rende acide! Sarcastico) ma questo caffè ha un aroma e  un gusto cosi delicati che piace anche a Noi…è il Caffè Scurzette di Sal de Riso, un caffè con tutto l’aroma e la fragranza dei limoni della Divina Costiera.

Ed ecco dosi e lavorazione di questa Tazzulellla ‘e cafè, che in seguito, si trasforma anche in muffin e mini tortine (che altrove si chiamerebbero mini cake, ma qui, sono mini tortine!)

125 ml dii acqua

125 g di zucchero eridania

50 g di burro

un pizzico di sale

1 cucchiaino di cacao amaro

1/2 cucchiaino di bicarbonato

1 Cucchiaio e 1/2 di caffè al limone

120 g fi farina petra 5

1/2 cucchiaino scarso di lievito in polvere

1 uovo

scorzette di limone candite a pezzetti

scorza grattugiata di mezzo limone piccolo

1 cucchiaiata di zucchero di canna Tropical di eridania

Mettere sul fuoco in una pentola un po' alta, l’acqua con lo zucchero e scaldare, quando lo zucchero è sciolto, unire il burro, il cacao, il caffè e il bicarbonato e la scorza di limone grattugiato.

Mescolare e far bollire a fuoco basso, 5 minuti,mescolando ogni tanto, quindi far raffreddare. Otterrete un emulsione della fluidità dell’olio, a cui unirete l’uovo, amalgamandolo bene.

Foto2703 Foto2705

Setacciare la farina col lievito, aggiungere il sale, le scorzette di limone a piccoli pezzetti e unire tutto al composto precedente, va bene farlo nella stessa pentola, lavorando con una frustina o una spatola, (non preoccupatevi se il composto risulta piuttosto liquido).

Riempite quindi i pirottini o le tazzine unte, completate spolverando con parte dello zucchero di canna, il restante lo spargerete a cottura semi ultimata.

Infornate a 180° dai 15 ai 20 minuti circa, a seconda delle dimensioni delle vostre tortine.

Nel frattempo fatevi inebriare dall’aroma di caffè e limone che si spande in cucina..chiudete gli occhi…ecco, siete in Costiera!

Dopo aver spolverato col restante zucchero di canna, a cottura ultimata, vi consiglierei vivamente di lasciar raffreddare prima di buttarvi all’assaggio, onde evitare di ustionarvi l’ugola…. Nyah-Nyah (chssà a chi è capitato?)

Ed eccole qua, morbidissime,le  mini tortine trasformista al caffè Scurzette!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

P6021661  OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA           SAMSUNG

7 commenti:

  1. Mi piace il tuo caffè,io lo accetto volentieri!

    RispondiElimina
  2. Ma che buonoooooooo! io non amo il caffè ma i dolci aromatizzati al caffè li adoro e questo poi al limone ^.^ wowwwwwwww! inoltre trovo bellissima ed originale la presentazione nella tazzina ^_____^

    RispondiElimina
  3. L'cia, graie!
    Barbapapà, mi sono sbizzarrita un po'!

    RispondiElimina
  4. ma che figata pazzesca...già mi immagino terminare un pranzo e presentare questi tortini nelle tazze del caffè.

    RispondiElimina
  5. Ciao Rosalba! e se magari dici a un'amica che vai a prndere il caffè da lei e ti presenti con le tortine in tazza? magari una serie di tazzine per un regalino o quelle a due... altro che figata!

    RispondiElimina
  6. grazie, ma con un po' di fantasia si può fare di più!

    RispondiElimina