giovedì 4 luglio 2013

Storie di Pizza, alla Pizzeria “Al 22”

 

22

"La pizza non si trova nel vocabolario della Crusca, perché si fa col fiore (di farina) e perché è una specialità dei napoletani, anzi della città di Napoli”  (De BOUCARD, Usi e costumi di Napoli, 1850)

Questa citazione, è stata parte di uno  degli aneddoti  raccontati da Tommaso Esposito, nella bella serata,  Storie di Pizza, la nuova tappa del tour Alla Scoperta della Vera Pizza Napoletana, a cura dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, tenutasi nella pizzeria “AL 22” nella Pignasecca, storico e popolare quartiere di Napoli.

Moderata da Laura Gambacorta, coadiuvata da Stefano Auricchio, Direttore Generale dell’AVPN, è stata una serata particolarmente interessante,   per le notizie e i contenuti storici relativi alla Pizza, e alla sua celebrazione da parte di poeti, artisti e musicisti nel corso dei secoli: la Pizza Napoletana, dunque, è anche storia e cultura.

P7023986

Dalla nascita della Pizza dal pane, e alla susseguente evoluzione che porta nel tempo morbidezza e personalità del prodotto, ai versi di una delle prime canzoni ad essa dedicata, di cui si ha notizia già nel 1500.

Dai tempi in cui la Pizza  era distinta in quella destinata al popolo, “a rot’e carrett” (ruota di carretto) che veniva comprata dai venditori che giravano con la stufa e che quindi nel corso della giornata perdeva la sua fragranza ed era poi svenduta, a quella a “fazzoletto”, (il tovagliolo, che all’epoca si appoggiava sul piatto) la pizza al piatto, servita a spicchi,  che invece i più abbienti potevano mangiare nelle prime pizzerie, comodamente seduti a tavola, godendone pienamente gusto e fragranza.

Come per le altre serate, col pizzaiolo “patron”,  Giovanni Improta,  (a dx in foto) un pizzaiolo ospite, Giuliano Bucci, de “La Fattoria” a Roccaraso.

P7023949Quattro le pizze gustate, dopo crocchè e palline di ricotta fritte: Margherita con S.Marzano e fior di latte di Agerola, Pizza con pomodoro del piennolo del Vesuvio Dop, alici del golfo fresche, aglio e origano degli Alburni.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA             P7024031

Pizza bianca con provola e zucchine, e Pizza Reginella d’Abruzzo, con provola affumicata, mortadellina di Campotosto, (un salame tipico della provincia aquilana), valeriana, pomodorini, pecorino abruzzese a scaglie e mosto cotto a gocce,  dolce e profumato (aggiungo io!). Quest’ultima pizza è quella presentata da Bucci.

P7024090   OLYMPUS DIGITAL CAMERA

   OLYMPUS DIGITAL CAMERA               OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tra gli sponsor della serata, “le 5 Stagioni”,  una linea specifica di farine e semilavorati per pizza, prodotto di Agugiaro e Figna Molini, che dagli anni ‘80 hanno cominciato a produrre farine differenziate a secondo dell’uso cui erano destinate, tra cui la Farina Pizza Napoletana (approvata dall’AVPN) creando poi il marchio che raffigura una pizza stilizzata.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In accompagnamento alle pizze, le birre di Radeberger Gruppe, prodotte secondo quanto prevede la tradizione tedesca e “L’editto della Purezza” di Guglielmo IV, una legge tedesca risalente al 1516, creata a tutela della salute pubblica e tutt’ora in vigore.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La chiusura in dolcezza, con un classico tiramisù, accompagnato da “Guappa”, un liquore (dai sentori di nocciola) a base di latte di bufala campana, e Falernum, un dolce e profumato Ratafià.

P7024116  OLYMPUS DIGITAL CAMERA

P7023955    P7024117

Cliccando qui, altre foto della serata.

Pizzeria Al 22

(anche pizza per celiaci)

Via Pignasecca,22  Napoli

1 commento: