giovedì 25 aprile 2013

Alla scoperta della vera pizza napoletana: la vera ricetta

Martedì scorso alla pizzeria Mattozzi  di Piazza Carità,  nuova tappa del viaggio nel mondo della pizza napoletana, per la promozione e la scoperta dei suoi segreti, tra storia, aneddoti e regole.
PicMonkey Collage
A fare gli onori di casa, il patron e vice presidente dell’AVPN Lello Surace, che ha illustrato la storia del locale, in passato denominato “le Stanze di Piazza Carità”, e frequentato da intellettuali e professionisti, giunto poi ai Surace negli anni ‘50, che hanno iniziato con pizze da asporto e poi con servizio ai tavoli.
La cena – degustazione, ha avuto come tema la vera ricetta della pizza napoletana, secondo il disciplinare previsto e  illustrata “live” da Paolo Surace, in collaborazione con Francesco Cassiano, di Lecce, (Checco Pizza, la sua pizzeria rosticceria) ospite della serata.
Acqua,1 litro,  lievito, 3 g, sale, 50 g, farina, 1,8 kg circa: questi i classici semplici componenti, che uniti a tecnica e specifici modi d’impasto danno vita a quello che può essere considerato il piatto più conosciuto al mondo.
PicMonkey Collaget
Quattro le pizze in degustazione, cui sono state abbinate birre artigianali Radeberger.
Una  classica Margherita verace, con pomodoro San Marzano dop, pomodorini del piennolo vesuviani e mozzarella di bufala.
Collage
Pizza con cicorielle selvatiche, pomodori a fiaschetta, olive nere di Cellino, gradevole e delicata negli abbinamenti,
Collagec
Pizza Mastunicola, di cui si hanno notizie già nel ‘600, proposta con lardo di maiale nero casertano, basilico, pepe e conciato romano, altro prodotto antichissimo, e presidio slow food, con tecnica di lavorazione ripresa da quella già in uso agli antichi romani.
Collagem
Ripieno al forno, con scarole, provola,pinoli, olive nere.
Collagef
Come sempre la serata si è svolta in collaborazione con l’associazione Spaghettitaliani
Prossima tappa del tour:
07/05/2013 ore 20:30
Pizzeria: Pizzeria Anna Agropoli (SA)
Pizzaioli della serata: Domenico Scola, Salvatore Gatta
Collagefo

2 commenti: