venerdì 29 luglio 2011

liofilizzare il lievito madre

si parte per le vacanze...o semplicemente voglia d'impegnarsi meno...fatto sta, che col caldo curare il lievito madre, può essere un pò impegnativo, visto che si riproduce più facilmente appunto per la temperatura più alta, cosa che ho riscontrato anche se metto il barattolo in frigo. Stare col forno acceso per pane, brioche e quant'altro...quasi un suicidio.Che si fa? o si congela, o...si liofilizza.
Si prende il lievito, si pesa, si mette nel mixer e si unisce pari quantità di farina. Si fa andare il mixer fino ad avere uno sfarinato. Si stende su un canovaccio e si fa asciugare bene.

 dopodichè si mette in un sacchetto di cellophane e si conserva in frigo.
Per riattivarla, si mette la quantità che serve in un contenitore, si copre d'acqua e si mescola, lasciando riposare un paio d'ore
dopodichè si controlla, eventualmente si aggiunge farina e si fa il solito panetto. Oppure si può saltare il passaggio aggiungendo meno acqua e facendo direttamente il panetto che deve restare comunque morbido.
E' consigliabile fare alcuni rinfreschi prima di usarla.

Nessun commento:

Posta un commento