giovedì 29 gennaio 2015

Frittelle all’Arancia, per il Contest Airc “Le Arance della Salute”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La mia seconda ricetta “aranciata” (sempre senza velleità vincitrici) per il contest  le “Arance della Salute”  indetto  dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e da La Cucina Italiana.

Cliccando sul link iniziale o sul banner a destra della pagina, potrete trovare la piazza più vicino a voi per comprare le arance e sostenere l’iniziativa.

bg-main

Trovate la prima ricetta  cliccando sul link  TortArancia,  alla fine del post sono indicati anche i link delle edizioni precedenti del Contest, con altre ricette.

Considerato che siamo già nel periodo di Carnevale, ho preparato delle frittelle di una semplicità inaudita, a patto di avere a portata di mano l’apposito stampo.

Vi confesso che il mio ha dormito nel mobile per circa… 30’anni (avete letto bene, 30’anni!!!), prima che mi decidessi ad usarlo, o meglio quando lo comprai (da uno dei cataloghi di vendita per corrispondenza allora molto in voga), non riuscii ad ottenere frittelle decenti, quindi lo riposi, dimenticandolo.

E come capita spesso, nel rimettere ordine, un paio di giorno fa mi è ricapitato tra le mani (per fortuna, o purtroppo, non butto mai niente o quasi, sono strapiena di…”caccavelle”) e mi sono decisa a riprovarlo.

Cosi stavolta con un po’ di attenzione, dopo la prima fallita, ho ottenuto frittelle da applauso.

Da fare veramente in 10 minuti, ecco la facilissima ricetta, che può essere aromatizzata a piacere,  per una decina di deliziose frittelle:

1 uovo

1 cucchiaio raso di zucchero

1 cucchiaio di farina (setacciatela!)

2 cucchiai di succo d’arancia

1 cucchiaino di aroma all'arancia

sale

olio di arachidi

zucchero al velo

In una ciotola, anche con una forchetta,  si lavora tutto insieme tranne l’olio e lo zucchero al velo, fino ad avere una pastella densa e senza grumi.

In una padellina scaldare l’olio e immergere lo stampo pochi secondi per scaldarlo, quindi immergere lo stampo per metà nella pastella e quindi di nuovo nell’olio.

Pochi secondi e la frittella si stacca da sola, appena dorata farla sgocciolare su carta da cucina e passare alla successiva, sempre scaldando lo stampo un paio di secondi.

Si gustano calde, spolverate con lo zucchero al velo o accompagnate con crema o confettura.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Infine, arance per il nostro benessere, anche per un bel bagno rinfrescante: basta aggiungerne il succo di 5/6 all’acqua del bagno e “inabissarsi” una 15na di minuti….. Torno subito

3 commenti:

  1. bellissime....le vorrei .....ma dove lo trovo ora lo stampo...visto che tu l'hai comprato trent'anni fa ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tonia, ormai si trova facilmente nei negozi dicasalinghi e nei centri commerciali!

      Elimina
  2. Frittelle carinissime.
    Intanto mi consolo, vedo che non sono l'unica ad essere sommersa da oggetti di veneranda età :)

    RispondiElimina