martedì 22 luglio 2014

Cirio a Città del Gusto Napoli: Sciurilli….amo, con divagazioni sul tema!

PicMonkey Collageciu

Il 9 luglio scorso, a Città del Gusto Napoli, la terza tappa de “#La GalleriadelSaporeCirio” tour creato dalla nota azienda specializzata in conserve alimentari, per promuovere la nuova “Polpapiù”.

Dopo Torino e Roma, anche a Napoli Cirio ha chiamato a raccolta un nutrito gruppo di  food blogger per una serata tra arte e cucina che si è svolta in un clima di grande allegria.

Ad accoglierci il brioso e professionale staff Cirio, che  ha messo proprio agio anche chi non aveva mai partecipato ad eventi simili né era mai stato a Città del Gusto.DSC_1949 (Copia)Poco dopo, il gruppo era già affiatato e con il cocktail di benvenuto con bollicine, e tante tartine e canapè preparate dallo staff di Città del Gusto il ghiaccio era completamente sciolto.

Ma…. la suspense aleggiava nell’aria e si leggeva sui volti di ognuno di noi: cosa conterranno mai le Artistic  Box?????????????DSC_1826 (Copia)Si passa finalmente nelle cucine, apre i giochi la performance dello chef Luca Ogliotti, che ci ha preparato una rivisitazione dell’amatriciana con crostini di pane e pecorino e un’insalata di seppie a julienne con con sesamo e caramello su una base di pomodoro montato a crudo.

PicMonkey Collage0

E finalmente si possono aprire le Artistic Box: oltre una spezia diversa per tutti e la Polpapiù, chi trova pesce, chi carne, chi verdura.

E Milady? Polpapiù, origano e… mortadella…...boh!  Emmòchencefaccioc’amurtadell??????????

DSC_1860 (Copia)

Va bbuon’a pummarola e l’origano, ma ‘a mortadella??? Avrei voluto vedere la mia faccia….Basito

Un giro in dispensa, tra verdure e prodotti e si accende la lampadina: ci sono i Sciurilli (sempre graditi a tutti e piuttosto versatili), la mozzarella di bufala campana Dop, il pane fresco…

PicMonkey Collagedisp

Ecco quindi una personale versione di Sciurilli ripieni, riprodotta poi a casa e declinata in tre differenti interpretazioni, pur con gli stessi ingredienti.

Le colleghe blogger che li  hanno assaggiati li hanno apprezzato, cosi pure lo chef, anche se non hanno vinto!DSC_1898 (Copia)La serata si è poi conclusa con un buffet dolce/salato di “murzilli” preparato dallo chef  di Città del Gusto Nicola Miele  e dal suo staff.

Grazie a Cirio e Città del Gusto Napoli!

PicMonkey Collagegu

Passo ora alla ricetta e gli ingredienti per 15/20 fiori di zucca:

50/70 g di mollica di pane ( fresco o di un paio di giorni)

100 g di mortadella a dadini

origano

1 lattina di Polpapiù

50 g di mozzarella di bufala,

1 tazzina di liquido di governo della mozzarella (se usate il pane di un paio di giorni)

4/ 5 olive verdi

un pezzetto di cipolla

olio extravergine d’oliva

2 o 3 cucchiai  pane grattugiato

Pulire delicatamente i fiori di zucca, eliminando il pistillo e parte del gambo.

Sciacquarli velocemente e asciugarli delicatamente con carta da cucina.

Spezzettare la mollica di pane (e bagnarla col liquido di governo della mozzarella se usate il pane di un paio di giorni)

Asciugare la mozzarella tamponando con carta da cucina e tagliarla a dadini, snocciolare e spezzettare le olive.DSC_2227 (Copia)Raccogliere in una terrina  i due terzi dei dadini di mortadella, il pane sbriciolato (eventualmente sgocciolato e strizzato), i dadini di mozzarella, le olive, un pizzico abbondante di origano e unire 3 cucchiaiate di Polpapiù Cirio.

Mescolare tutti gli ingredienti e regolare eventualmente di sale.

Col composto riempire delicatamente i fiori di zucca e chiuderli.

Mettere il pane grattugiato in una terrina e mescolarvi un pizzico di origano.

Spruzzare d’olio i fiori di zucca e rotolarli delicatamente nel pane grattugiato, quindi sistemarli in una teglia leggermente unta e passare al forno a 180° 10/15 minuti.

Intanto tritare il pezzetto di cipolla, metterlo in un tegamino con un po’ d’olio e far appassire, aggiungere la Polpa più e cuocere una decina di minuti, quindi omogeneizzare la salsa ottenuta col frullino a immersione.

In un padellino antiaderente ben caldo, rosolare i restanti dadini di mortadella fino ad averli ben croccanti.

Sul piatto di portata sistemare a specchio la salsa, sistemare i fiori di zucca e completare con i dadini di mortadella croccante.

DSC_1893 (Copia)  DSC_2248 (Copia)

In alternativa:

1) i fiori possono essere cotti 5/7 minuti in una padella antiaderente spruzzata d’olio e serviti accompagnandoli con la salsa ottenuta come sopra.

P7200402 (Copia)  DSC_2242 (Copia)

2) sistemare nella teglia unta i fiori ripieni senza impanarli, condire un po’ di Polpapiù con olio, sale e origano, ricoprire i fiori e passare in forno caldo 15/20 minuti.

DSC_2255 (Copia)

Le foto non sono perfette, ma vi assicuro che i fiori di zucca così preparati meritano.

Si possono preparare in anticipo e gustare anche freddi, ideali quindi anche per un buffet, un pic nic, il cestino da spiaggia. il consumo in ufficio…

qui altre foto dell’evento.

2 commenti:

  1. Bellissima serata e molto interessanti le tue declinazioni di un piatto che, io che lo avevo già assaggiato, ho trovato buonissimo. E comunque si la tua faccia quando hai trovato la mortadella valeva una foto :)

    RispondiElimina
  2. Grazie per l'incotaggiamento, Cooking!

    RispondiElimina