lunedì 12 dicembre 2011

Caccavelle & c… ossia….la fabbrica della pasta di Gragnano

Ore 15.00 di un pomeriggio autunnale, per gli Inviati Speciali di Maison Milady l’appuntamento è ai caselli autostradali di Castellammare di Stabia.
Destinazione, Gragnano, sui monti Lattari, famosa nel mondo per i suoi pastifici artigianali.
logo_fabbrica
La meta finale è La Fabbrica della Pasta, dei fratelli Moccia, uno dei più famosi pastifici della Città della pasta, di cui avete già avuto notizia ne la follia della pasta, dove i nostri inviati sono stati accolti e guidati nella visita da Ciro Moccia.
Capisaldi della Fabbrica della pasta sono la qualità, e la volontà d’investire nel proprio territorio e nella propria cultura, tra innovazione tecnica e tradizione rigorosa.
Svariati i formati di pasta che Antonino Moccia e i suoi fratelli propongono, alcuni dei quali brevettati e che  richiamano alla mente oggetti della tradizione napoletana,  come la Caccavella, il formato più famoso, non solo nella blogsfera o i curniciell (i cornetti della buona sorte), oltre ai classici spaghetti, linguine,candele, pennoni, paccheri, fusilli, tubettoni, lumaconi….
Una pasta che non scuoce, a lenta essiccazione, prodotta con l’acqua che sgorga localmente dal monte Pendolo e con semola di grano duro della migliore qualità, che nei tempi andati era macinata in loco da mulini ad acqua i cui resti sono ancora visibili in quella che è la Valle dei Mulini.
PC020284 PC020287
La varietà è di casa, i formati, tutti accattivanti,  alcuni perfino  artistici, (i cuori, il sole di capri, le stelle…) sono in bella mostra negli scaffali in legno  dello show room dove il tempo sembra essersi fermato.
Un  piccolo Museo con attrezzi originali dell’epoca andata, contribuisce all’atmosfera retrò.
 PC020266 PC020263
per gli ospiti che volessero gustare sul posto le specialità proposte dalla Fabbrica della pasta, che offre anche una linea di conserve, legumi e vino di Gragnano a marchio proprio,
 PC020287PC020296
è a disposizione una sala degustazioni, dove previa prenotazione sarà possibile degustare i piatti cucinati dalla chef ufficiale di Casa Moccia, zia Anna, che ha svelato ai nostri inviati i segreti per ottenere il meglio da Caccavelle e C.
PC020272  PC020281
Da gennaio sarà inoltre incrementata la produzione di formati per celiaci e per diabetici, saranno inoltre previsti corsi di cucina e d altri eventi, di cui Maison Milady vi darà notizia a tempo debito.
PC020294   PC020282
Ed essendo ormai in clima natalizio, non poteva mancare l’albero di natale, in puro stile Fabbrica della pasta!
PC020283 PC020286 PC020300
si ringrazia Giovanni Cesariello per la preziosa collaborazione fotografica

8 commenti:

  1. Davvero bello,complimenti e beata te che hai una grande pazienza nel fare tutto. Gianni Cesariello

    RispondiElimina
  2. Suvvia Gianni...ilmerito è anche tuo!!! Grazie ancora di aver collaborato con i nostri inviati!

    RispondiElimina
  3. Interessante questo post, mi fa conoscere un prodotto che non conosco.Carinissimo l'albero di Natale addobbato con gli svariati tipi di pasta. A presto.

    RispondiElimina
  4. Mira: é un prodotto che merita!

    RispondiElimina
  5. Dani, tu di certo l'avresti descritto ancora meglio! La prossima volta ti recluto tra gli inviati!

    RispondiElimina
  6. ahi ahi maria sei stata qui vicino a casa mia e non mi hai fatto sapere nulla

    RispondiElimina
  7. Mars, abbiamo in rpogramma di ritornare, e sarai invitata a unirti alla truppa!

    RispondiElimina