martedì 14 giugno 2011

brioche da colazione

Ricordate, ma come non si può... la treccia al burro???
bravi, proprio quella.
Ecco, l'ho rifatta, ma provando con una farina specifica per trecce, prodotto svizzero, gentile omaggio dei cugini d'oltralpe.
Ho avuto un prodotto ancora più soffice, anche se rispetto alle dosi  previste ho dovuto aggiungere ancora 20 o 30 g di farina, avendo assorbito tutto il liquido e l'impasto risultava troppo molle. Ho anche variato i tempi di lievitazione, formando le brioche dopo circa due ora dall'impasto e lasciando lievitare tutta la notte nel forno spento.
Guardando l'etichetta ho visto che è farina di frumento con un 10% di farina di spelta, una varietà di farro.
Stavolta però ho fatto delle piccole brioche di varie forme,volendo NOI qualcosa di particolare per la colazione o lo spuntino e a una parte d'impasto ho aggiunto gocce di cioccolato fondente...
 Eccone alcune appena sfornate... non sono bellissimissime??????


Con marmellata di fichi bianchi, fatta da NOI, of course, assaggiata per voi ancora tiepida....
buona colazione...

2 commenti:

  1. mmmm che buoni che sembrano....

    RispondiElimina
  2. detto da te che di brioche te ne intendi, Madamoiselle, è un bel complimento!!!

    RispondiElimina