martedì 9 dicembre 2014

La crema inglese (con i dolcetti alle mandorle)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Parente della crema pasticciera, la crema inglese classica con latte, tuorlo, zucchero e aromi, non prevede l’uso di addensanti (farina, fecola, amido).

Va servita come dessert al cucchiaio tiepido o freddo, accompagnata da savoiardi o biscottini, oppure si usa per accompagnare o nappare torte o dolci vari.

Una versione più ricca prevede l’aggiunta di una percentuale di panna in sostituzione di una parte di latte.

E’ semplice da preparare, ma bisogna far attenzione a non farla bollire.

Andrebbe cotta a bagnomaria, facendo attenzione che l’acqua non bolla, oppure a fuoco basissimo, mescolando sempre, col cucchiaio di legno.

E’ pronta quando supera di poco gli 80° gradi, per chi ha il termometro, oppure appena vela il cucchiaio.

Questa è la ricetta che uso per due porzioni:

1 tuorlo (l’albume vi servirà per i dolcetti)

120 ml di latte

25/30 g di zucchero

1 puntina di estratto di vaniglia

Per i dolcetti:

125 g di farina di mandorle

1 albume

125 g di zucchero al velo

Preparare una contenitore col ghiaccio e tenere momentaneamente in frigo.

Scaldare il latte e intanto montare il tuorlo con lo zucchero.

Aggiungere a filo il latte caldo e cuocere a bagnomaria oppure a fuoco bassissimo, sempre mescolando.

Appena supera di poco gli 80° o vela il cucchiaio, è pronta: travasarla subito in una ciotola per evitare che continui a cuocere col calore della pentola e sistemare la ciotola nel contenitore col ghiaccio per farla raffreddare rapidamente.

Servire in coppette individuali accompagnando con biscottini.

Per i dolcetti: setacciare lo zucchero al velo e lavorarlo con l’albume fino ad avere una glassa liscia.

Mettere la farina di mandorle in una terrina e aggiungere poco alla volta la glassa (NON vi servirà tutta), fino ad avere un composto compatto ma malleabile, che passerete in frigo una mezz’oretta.

Tenete da parte la glassa avanzata, chiudendola in un contenitore ermetico.

Stenderlo a poco meno di 1 cm, tagliare i dolcetti con lo stampino preferito e sistemarli sulla placca rivestita con carta forno.

Lasciarli asciugare tutta la notte, quindi cuocere a 200° circa 5/6 minuti.

Una volta intepiditi, glassateli con la glassa avanzata e lasciate asciugare.

Volendo, la glassatura può essere fatta prima della cottura.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

2 commenti:

  1. Questo è un colpo basso....come resistere davanti a cotanta bontà????????
    Dolcetto e bicchierino qua subitosubito :)

    RispondiElimina
  2. une crème bien succulente, j'aime beaucoup
    bonne journée

    RispondiElimina