giovedì 10 luglio 2014

biscotti all’anice

DSC_1708 (Copia)

I biscotti fatti in casa sono spesso quelli che ci riportano ai tempi della nonna, vuoi per il sapore, vuoi per le forme.

Questi di oggi, assomigliano un po’ a dei savoiardi, ma sono più consistenti e profumati all’anice, e chi si aspetta di trovare il liquore tra gli ingredienti sarà deluso….

Infatti non ho usato il liquore come ai tempi della nonna, appunto, ma i semi infusi nel latte, che ha preso così sapore e profumo, caratterizzando i biscotti.

Buoni da regalare, adatti allo zuppone mattutino di cui Milady lo sapete, è ghiotta, ma ovviamente ottimi anche se siete colti da improvvisa voglia di zuppetta serale o di qualunque momento della giornata, loro, i biscotti, assolveranno egregiamente il loro compito: s’inzuppano senza disfarsi.

1 kg di farina 0

450 g di zucchero

5 uova

5 cucchiai d’olio evo

10 g di ammoniaca per dolci

10 g di semi d’anice

sale

200 ml di latte

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

zucchero semolato per rifinire

Pestare leggermente i semi d’anice in un mortaio, quindi metterli in infusione nel latte, coprire e lasciare in frigo 2/3 ore.

Fare la classica fontana con la farina setacciata, aggiungere lo zucchero, le uova, l’olio e il sale.

Passare il latte ad un colino fitto, aggiungervi l’estratto di vaniglia e l’ammoniaca e mescolare bene, quindi aggiungerlo al resto degli ingredienti e impastare.

Volendo un gusto d’anice più accentuato, aggiungete all’impasto un cucchiaino dei semi infusi.

Formare i biscotti, rotolarli nello zucchero semolato, sistemarli sulla placca rivestita con carta forno.

Cuocere a 180° per 15/18 minuti.

Sono più buoni dal giorno dopo!

DSC_1713 (Copia)  DSC_1720 (Copia)

DSC_1722 (Copia)

3 commenti:

  1. Che buoni!Bella idea quella dei semi,a presto.

    RispondiElimina
  2. mmmmmm...che biscottoni :)
    Mi segno questa deliziosa ricetta, mi stuzzicano i semi nel latte.
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. bedda mia, sento l'odore. C'è una pasticceria a Messina che sa di anice da sempre, ancora oggi, mi facisti turnari assai indietro nel tempo.
    Brava!
    *
    Cla

    RispondiElimina