sabato 30 novembre 2013

Pan (N) di bufala e Panettone Reginella del Vesuvio a confronto.

P1015765

Un confronto senza vincitori né vinti, quello tra il Pan(N)di bufala di Anna Chiavazzo , “Il Giardino di Ginevra” e il Panettone con le albicocche Pellecchielle del Vesuvio, del pasticciere Antonio Borrelli, di Giulia Pasticceria Élite.

La singolare comparazione si è tenuta nei giorni scorsi  a S.Anastasia (NA), presso Giulia Pasticceria Élite.

Entrambi i prodotti, senza conservanti,  con ingredienti della terra e della storia locale, profumi e sapori delicati l’uno e più accentuati l’altro.OLYMPUS DIGITAL CAMERARigorosamente senza canditi né uvette, soffice e briosciato, dal sapore delicato, da gustare anche in abbinamento a salumi, il Pan(N) di bufala è realizzato con con panna di bufala al 40% di massa grassa, lievito madre, farine macinate a pietra, lunga lievitazione  a temperatura ambiente e cottura veloce, Anna ne produce anche una versione integrale.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA         Con intensi sentori d’albicocca,  presente sia come candito che come confettura, dall’alveolatura più compatta, colore intenso,  con burro di latteria, gradevolmente morbido e cedevole, dolcezza più decisa, il Panettone con albicocche pellecchielle  fa parte della linea “Reginella del Vesuvio”, che la Pasticceria Giulia Élite lancia in questi giorni.

Durante la comparazione Anna ha tenuto una mini lezione sui lieviti, e ogni partecipante ha potuto creare fantasiose brioche con pezzi d’impasto integrale preparato da Anna.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cliccando qui  troverete altre foto di questo dolce confronto.

giovedì 28 novembre 2013

la luna tra le stelle

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un’interessante iniziativa dell’azienda vinicola “Terredavino”,  che festeggia le 25 vendemmie della Barbera d’Asti “La Luna e i Falò”.

L’azienda, con sede a Barolo, produce esclusivamente vini piemontesi, Doc e Docg

Le serate, che prevedono una serie di degustazioni in alcune città italiane vedono  il coinvolgimento di  Chef Stellati, che preparano piatti in abbinamento ad alcuni dei vini dell’azienda promotrice, in collaborazione con prodotti di nicchia di altre aziende nazionali.OLYMPUS DIGITAL CAMERANell’elegante ambientazione  di Villa d'Angelo Santa Caterina si è svolta la tappa napoletana.

Tra le aziende protagoniste, per la pasta,  “Pastifico dei Campi” dei Gragnano.OLYMPUS DIGITAL CAMERA         E una bella squadra di chef, che hanno presentato le loro creazioni:PicMonkey CollagepPasquale Palamaro, (L'Albergo della Regina Isabella – Ischia (NA) con: Crema di friarielli quarantini, riso e sgombro; Carpaccio di baccalà, peperoni gialli e cipolla di Tropea marinata, accompagnati da taralli napoletani al vino bianco e pepe nero.

Alfonso Caputo con Polpo in “campo di gigli” (Taverna del Capitano Massalubrense (NA)

PicMonkey Collageca Giuseppe Stanzione (Le Trabe – Capaccio Paestum (SA)  con:  Scampo del mediterraneo con sauté di carciofi, schiuma di provola e bottarga di scampi; Gnocco cremoso di latte di bufala con spremuta di pomodorini e panzanella alla mediterranea; PicMonkey Collages Agostino Iacobucci (I Portici Hotel – Bologna) con: Macaron pistacchio e mortadella; Tortellini in brodo; Babà alle 3 lievitazioni.

PicMonkey Collagei Giovanni Morra e Angelo Falanga ( Villa D’Angelo Santa Caterina – Napoli)con: paccheri ripieni e gnocchetti con patate
PicMonkey CollageNon sono mancate degustazioni di  prodotti gastronomici di gran livello, da  un ottimo assortimento  di formaggi di Luigi Guffanti, (fantastica, tra gli altri la robiola ai 3 latti,) PicMonkey Collagefal  cioccolato Domori, alle confetture, canditi, amarene e marrons glacé  di Agrimontana, presentati da Vivi Fermenti d’Impresa, al caffè Illy,alle acque Panna e  San Pellegrino. PicMonkey CollagevPicMonkey CollageaAd accompagnare la serata, i vini di Terre da Vino: dalla  Barbera d’Asti Superiore La Luna e i Falò 2011 al Barolo Essenze nelle versioni 2008 e Riserva in magnum dell’annata 2001, le bollicine da chardonnay Vallerenza e da pinot nero Molinera, i bianchi Sauvignon e Chardonnay Tra Donne Sole e Roero Arneis La Villa oltre ai dolci da uve Moscato La Gatta, da Brachetto Asinari oltre al Piemonte Moscato Passito La Bella Estate.

E ora… vi lascio con un sorso di Brachetto Asinari!

Cliccando qui altre foto della serata.

IMG_3184 (1)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

lunedì 25 novembre 2013

la Guida alle Trattorie di Napoli. Storie, luoghi, e ricette della tradizione, di Giulia Cannada Bartoli

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La Biblioteca Nazionale, al Palazzo Reale di Napoli, gremitissima per l’occasione, ha fatto da scenario alla  presentazione, in grande stile, per la Guida alle Trattorie di Napoli, della giornalista Giulia Cannada Bartoli.

image4

Le quasi 500 pagine, non sono una semplice giuda, ma raccontano l’emozione e un lavoro durato tre anni, fotografia di momenti di  storia, della  Napoli meno nota alle cronache,  laboriosa e  dal cuore pulsante,  vista attraverso generazioni di ristoratori che ne hanno vissuto l’evoluzione, passando  dall’esercizio della “mescita” di vino, del secolo scorso,  alla cantina, alla taverna, alle trattorie odierne.

Famiglie cresciute e legate al  quartiere dove è nata la trattoria di famiglia, in cui veniva servito da mangiare giornalmente ai lavoratori che magari costruivano quello stesso quartiere, e giornalmente si faceva la spesa nell’epoca in cui era inesistente il frigorifero, ma nonostante i tempi cambiati, hanno mantenuto la tradizione della spesa giornaliera.

Trattorie, dove a costo nettamente inferiore ad una qualunque catena fast food, si mangia ad una qualità decisamente più alta, secondo le ricette della più rigorosa tradizione napoletana, di cui non mancano, nel libro, le relative ricette.

Il brindisi finale, dopo gli autografi d’obbligo, con la partecipazione dell’Associazione Donne del Vino della Campania.

Prossime presentazioni:

11 dicembre Circolo Canottieri Napoli, h. 18,00 ;

12 dicembre Benevento, presso Una Molino hotel ristorante Le Macine, h. 19,30;

18 dicembre Pozzuoli, Villa di Livia (zona comprensorio Olivetti) , h. 18.30

Cliccando qui, altre foto della serata.

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

domenica 24 novembre 2013

Biscottini morbidi alle mandorle

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ovvero, dei dolcetti che rispecchiano semplicità e bontà… pochi ingredienti, pochi minuti per farli…
Con questi abbiamo inaugurato il nuovo forno midi, dopo 15 giorni di non impasto, avendo, il precedente mini forno, deciso il suo pensionamento… Occhiolino
In dispensa farina di mandorle, in quantità appena sufficiente, un albume avanzato, pochi canditi,  zucchero e cannella,  danno un impasto goloso anche a crudo, figurarsi cotto…
Ecco le dosi per circa 15 dolcetti:
1 albume
150 g di farina di mandorle
sale
1 cucchiaiata scarsa di scorze di arancia candite ridotte in pasta
zucchero a velo e se piace cannella in polvere per la finitura.
Montare l’albume a neve col sale, unire la farina di mandorle e lo zucchero e incorporare il tutto.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Con un cucchiaino o a mano formare le palline e sistemarle sulla placca  rivestita con la carta forno, quindi spolverizzare con zucchero a velo misto a cannella.
Cuocere a 200° per 8/10 minuti, quindi lasciar raffreddare prima di spostare sul piatto di servizio.
I miei biscottini non hanno mantenuto molto la forma in quanto la farina di mandorle era di quantità inferiore al necessario, ma il sapore e il profumo sono deliziosi!!!
OLYMPUS DIGITAL CAMERA             OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il 29 novembre al Quartum store per il ciclo “Una Stella in Cantina” arriva Vincenzo Guarino, chef stellato de L’Accanto

serata 29.11.13 (FILEminimizer)

Venerdì 29 novembre alle ore 20,00 al Quartum store di Quarto (Na) secondo appuntamento del ciclo “Una Stella in Cantina”, ideato dalla giornalista Laura Gambacorta. Dopo Lino Scarallo, chef stellato di Palazzo Petrucci di Napoli, che a inizio settembre ha inaugurato il ciclo, il 29 novembre le porte della cantina flegrea si apriranno a Vincenzo Guarino, Executive chef de L’Accanto, anch’egli premiato con la stella dalla prestigiosa guida Michelin. Tema dominante della serata, organizzata in collaborazione con la macelleria gourmet napoletana “Io Sono la Chianina”, sarà la carne di questa pregiata razza bovina italiana, raccontata nel corso della serata dall’esperto Roberto D’Andrea e interpretata ai fornelli da Guarino che vanta una lunga esperienza in alcune importanti cucine toscane. Ad accompagnare i piatti dello chef del ristorante dell’Hotel Angiolieri di Vico Equense sarà il Campania Aglianico Igt Barrique 2010 delle Cantine Di Criscio seguito dalla Grappa di monovitigno di falanghina della stessa azienda.

Menu

Omaggio alla Chianina

Campania Aglianico Igt Barrique 2010

Carpaccio Chianina con verdure croccante cremoso di provolone del monaco e riduzione all'aceto balsamico

Campania Aglianico Igt Barrique 2010

Ravioli farciti alla "Genovese" con il suo fondo

Campania Aglianico Igt Barrique 2010

Stracotto di guanciale Chianina al Taurasi con broccoli e purea di patate

Campania Aglianico Igt Barrique 2010

Espressione  della Ricotta e Pera ....... a modo mio

Grappa di monovitigno di falanghina

Costo serata: 40 euro (vini inclusi)

Posti limitati, si consiglia di prenotare in anticipo

Info e prenotazioni:

Rosa Di Criscio

Mob. 335 5479723

Email: quartumstore@gmail.com

Quartum Store

via Giorgio De Falco 5/A (a pochi metri dalla stazione di Quarto centro)

Quarto (Na)

Ufficio stampa

Laura Gambacorta

349 2886327

laugam@libero.it

giovedì 21 novembre 2013

I Dolci tradizionali delle feste.

Antimo Caputo tra i protagonisti della Terra dei cuochi - Stefano Renna fotografia (2)

Cliccare sulle foto per ingrandirle.

Ovvero, quando l’arte bianca diventa Emozione….

Una location d’eccezione:  il Beluga Sky Bar, al 9° piano del Romeo hotel, con il suggestivo sfondo del porto di Napoli illuminato come in una bella  cartolina….

P1015436Protagonista: La Farina storica di Napoli, di Antico Molino Caputo, la cui gamma si arricchisce di un nuovo prodotto, “Oro Lunga Lievitazione”: una selezione dei migliori grani Europei, senza additivi, ma con forte tenore proteico, per sfidare le lunghissime lievitazioni, necessarie per  panettoni, pandori, pizze e lievitati.

                  OLYMPUS DIGITAL CAMERA              OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Interpreti: un prestigioso schieramento di  Maestri Pasticcieri, Pizzaioli, Chef ,  tra i migliori della Campania, a tenerne alto il nome e i prodotti simbolo del territorio, nonostante il momento difficile:

Sal de Riso, Giuseppe Manilia, Salvatore Gabbiano,  Sabatino Sirica, Stella Ricci, Gino Sorbillo, Enzo Piccirillo, Francesco e Salvatore Salvo,  Gennarino Esposito e Salvatore Bianco.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA         E a rapire i sensi, i dolci delle feste, quelli con la vera ricetta della nonna, quelli più innovativi, quelli decorati come un pizzo delicato… accompagnati dai vini dolci e da dessert, selezionati, per l'occasione, da Vitignoitalia.

Cliccando qui altre foto dell’incontro.

es   PicMonkey Collagede

PicMonkey Collagega   PicMonkey Collageman

PicMonkey Collagepi   PicMonkey Collagesa

PicMonkey Collagesi   PicMonkey Collagest

PicMonkey Collagebi   so

sabato 16 novembre 2013

Ristorante Donna Giulia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA A Sant’Anastasia (NA) il 14 novembre scorso, la cerimonia di apertura del Ristorante Donna Giulia, ubicato nella villa Comunale Tortora Brayda, di S.Anastasia, meglio nota come “il Boschetto” , nei pressi del Santuario Madonna dell’Arco.
Dopo un periodo di abbandono, di quella che nel ‘700 fu la tenuta estiva dei Baroni Tortora Brayda, l’imprenditore Carmine Leonessa riesce, grazie al bando pubblico indetto dal comune di S.Anastasia,  ad attuare il piano di recupero del sito e a restituire alla città  il punto d’incontro,  diventato, dopo la bonifica,  area produttiva e arricchito nelle attività.
Il luogo che è infatti già coltivato con prodotti locali, sarà anche un orto didattico dove le scolaresche potranno imparare e ritrovare le usanze locali e il contatto con la natura.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Nell’ottica del recupero di tradizioni e cibi locali, è nato Donna Giulia,  ristorante, brasserie e pizzeria gourmet, che sfrutterà, tra gli altri, i prodotti provenienti dalle coltivazioni degli spazi esterni.
P1015036   OLYMPUS DIGITAL CAMERA
"Il boschetto - spiega Carmine Leonessa durante un’intervista, è riconsegnato alla città, animato con servizi vari, prodotti d'eccellenza da assaggiare, cucina prelibata preparata dallo lo staff di Donna Giulia. Personale del territorio vesuviano, prodotti tipici dell'area selezionati grazie alla consulenza di Giuseppe Acciaio della Gma Import Specialità, carni scelte, la pizza fatta con ingredienti genuini e altamente digeribili. Donna Giulia è per noi la residenza del Gusto, dove le famiglie potranno trascorrere il loro tempo, lasciando giocare i bambini all'area aperta, tra giostre, passeggiate e nei week end anche con i pony".
OLYMPUS DIGITAL CAMERA   P1015149
Dopo il taglio del nastro alla presenza delle autorità, e la benedizione, un sontuoso buffet è stato offerto dall’efficiente staff del Donna Giulia al pubblico che è intervenuto numeroso, grazie anche alla temperatura ancora piacevole per vivere la serata all’aperto, nello spazio esterno, tra aiuole e fontane, con in sottofondo la suadente selezione musicale curata da Leo Giangiotto.
P1014999  OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Tante le prelibatezze: mozzarelle, taralli sugna e pepe, casatielli, salsicce e friarielli, fritturine,  la pasta Leonessa preparata al momento, stuzzicherie varie, pizze appena sfornate,caldarroste calde,e tanto tanto altro, innaffiato da vino,   birre selezionate da Gilberto Acciaio, bibite e l’immancabile taglio della torta finale.
   OLYMPUS DIGITAL CAMERA            P1015272
  co    PicMonkey Collage
  pi   PicMonkey Collagee
Cliccando   qui, troverete altre foto della serata!
Ristorante Donna Giulia
Via dei Romani, 19
Madonna dell’Arco – S.Anastasia (NA)