giovedì 31 ottobre 2013

Cake al rosmarino con olio extravergine Dop Penisola Sorrentina

OLYMPUS DIGITAL CAMERA   OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Una ricetta pensata per la partecipazione all'iniziativa organizzata da Dolcemente Pisa ExtraDOLCEMENTE, dedicata ai dolci della tradizione italiana, preparati con olio extra vergine di oliva.

logo.Dolcemente (1)

Per questo morbido cake dai profumi mediterranei,  ho scelto un olio extravergine Dop Penisola Sorrentina, da agricoltura biologica, ottenuto da olive minucciola,  rotondella e leccino, dal bel colore giallo oro e sentori amari, prodotto all’agriturismo  Le Tore, in penisola sorrentina, tra Massa Lubrense e Sorrento di cui vi ho parlato qui.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ecco  ingredienti e dosi per 4/6 persone:

60 g di zucchero semolato

25 ml di Olio evo Dop Penisola Sorrentina

1 uovo

35 ml di latte

50 g di farina

50 g di fecola

3 g di lievito in polvere

1 goccia di estratto di vaniglia

1 goccia di olio essenziale di bergamotto

un pizzico abbondante di rosmarino tritato (3/5 g)

sale

Per la salsa di cachi:

1 cachi maturo

20 g di zucchero semolato

zucchero al velo

Setacciare farina, fecola e lievito.

Mescolare in una ciotolina con una forchetta il latte e l’olio.

Lavorare a spuma l’uovo con lo zucchero, aggiungere gli aromi, il sale, il rosmarino e mescolare bene.

20131031_072043

Aggiungere il mix di olio e latte, quindi il mix di farine e amalgamare il tutto.

Mettere il composto in uno stampo imburrato e infarinato, cuocere a

Cuocere a 165° per 35/40 minuti circa.

Sfornare e far raffreddare prima di sformare.

Intanto preparare la salsa di cachi: lavare e pelare delicatamente il cachi, eliminare i noccioli e mettere la polpa nel frullatore, unire lo zucchero e frullare pochi secondi, fino ad avere una crema omogenea.

Sformare il cake, decorare con lo zucchero al velo e un rametto di rosmarino brinato.

Servire, accompagnando con la salsa di cachi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA

mercoledì 30 ottobre 2013

Il Ristorante “President” in Pompei Ospita le Stelle “6 Mani per dare una Mano” Venerdì 8 Novembre ore 20.30 Cena di beneficienza a favore dell’AIMA

paolo-gramaglia-tra-michele-deleo-e-danilo-di-vuolo

Tre grandi chef campani interpreti dell’alta cucina, uniti per contribuire alla solidarietà, con una cena di beneficenza imperdibile, animata dalle ricette straordinarie di Michele Deleo del Ristorante Rossellini’s del Palazzo Avino di Ravello, Danilo Di Vuolo del ristorante Maxi di Capo la Gala di Vico Equense e Paolo Gramaglia del Ristorante President di Pompei.

Attraverso l’eccellenza delle proposte di questi chef, la gastronomia partenopea darà un contributo significativo all’associazione AIMA – Associazione Italiana Malattia di Alzheimer Sezione Campania.

Prezzo della serata 40.00.

Info e prenotazioni 0818507245 – www.ristorantepresident.it

Alla serata sarà presente la Dott.ssa Caterina Musella presidente dell’AIMA.

loghi-cena-president-e1382168813473

“Millefiori” si fa in 4 Un mercatino, laboratori, mieli e una novità firmata Sal De Riso

INVITO MILLEFIORI 2013

31 ottobre – 3 novembre 2013 (Centro Città/Via Matteo Ripa) - EBOLI (SA)

Prenderà il via giovedì 31 ottobre la quarta edizione di “Millefiori”, il progetto –firmato dall'Associazione Puro Gusto – dedicato al miele, ai fiori, ai tipici e ai dolci.
Un appuntamento che ormai - d'abitudine – apre il periodo che guarda al Natale,con qualche riflessione sull'importanza di riavvicinarsi a prodotti salutari come il miele, possibile e nobile sostituto dello zucchero, ma anche ai fiori: una produzione che non si vede, ma che trova grande spazio nelle serre della Piana del Sele.
Se lo scorso anno si è scelto di far gustare al pubblico la “cucina dei fiori”,affascinante e quasi sconosciuta, stavolta si è scelto di dare la possibilità agli appassionati di miele di incontrare, degustare ed acquistare più di una decina di apicoltori campani.
“Continuiamo – col sostegno della Camera di Commercio, di Confesercenti e del Comune di Eboli – a scommettere su di noi, sul nostro territorio, sul futuro dei nostri figli. Qui produciamo una parte importante del Made in Italy di qualità, è bene che impariamo a raccontarci. Dalla filiera della bufala agli ortaggi, passando per mieli, fiori e quarta gamma. Questo desideriamo fare: dare spazio e voce alle nostre eccellenze, sia nei posti di produzione che altrove. Ecco qual è il filo conduttore che unisce Millefiori e Pianeta Bufala”, racconta Attilio Astone, presidente dell'Associazione Puro Gusto.
In contemporanea numerose le attività laboratoriali dedicate ai bambini, coloro i quali più necessitano di essere messi a contatto con la Natura, coi prodotti che essa ci dona e con i principi di una corretta e sana alimentazione.
I laboratori saranno coordinati da un'imprenditrice agricola con la vocazione di salvare un'antica varietà di albicocche della zona: la jevulese. Da questo frutto prelibato ne trae una confettura che va letteralmente a ruba, per la sua bontà ma anche per la sua rarità.
Antonella Dell'Orto apre le porte della sua azienda ebolitana a molteplici attività culturali, in occasione di “Millefiori” porterà nel centro storico un po' della sua realtà, per incontrare i più piccoli.
“Anche l'amministrazione comunale rinnova la sua vicinanza ai progetti dell'Associazione, continuando ad affiancarla nelle scelte volte al territorio, alla sana alimentazione, all'agroalimentare di qualità che trova in Eboli il cuore di una grande e fertile Piana”, è concorde su questo l'amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Martino Melchionda.
“Lavorare per portare le produzioni locali nel centro cittadino è faticoso, ma è necessario affinché si comprenda l'importanza del km 0 e si sostenga chi sceglie – con tutte le difficoltà del caso – di non abbandonare la nostra città”, sottolinea l'assessore alle attività produttive Francesco Bello.
A margine di queste attività sarà presentata alla stampa ed agli addetti ai lavori una novità, frutto della collaborazione tra l'Associazione Puro Gusto e il maestro pasticcere Salvatore De Riso .
Una golosità presentata in vista del periodo natalizio, ma adatto a tutte le stagioni, che celebri a dovere la bufala e dunque l'intera Piana del Sele.
L'appuntamento è per sabato 2 novembre, alle ore 16:30 , all'interno di una piccola casetta in legno sistemata al centro del mercatino.
Gli orari del mercatino di mieli, tipici e fiori:
Da venerdì 1° novembre a domenica 3 novembre
9 -13
16 – 21
Programma dettagliato Laboratori a cura de “La Casa di Angiù” di Antonella Dell'Orto:
ore 10:30 e 16:30
31 ottobre: Scavando zucche e zucchette, prodotto stagionale per creare delle candele! Con materiali naturali prenderà vita “Maria Longa”, personaggio della tradizione ebolitana che con lo “scorzamauriello” sono i protagonisti della notte di Ognissanti.
1 Novembre: Giornata dedicata ai fiori. Con il riciclo creativo si costruiranno dei vasi dove interrare semi e bulbi. Laboratorio di Guerrillia Gardening preparando delle “Bombe di fiori”!
2 Novembre: Giornata dedicata alle api, con il coinvolgimento delle aziende apistiche e il supporto scientifico di una giovane esperta si scoprirà la magia del mondo delle api. Con miele e cera se ne faranno delle belle! In progetto la costruzione di una giostrina delle api, sempre con materiale di riciclo.
3 Novembre: Ecco che l’aia si trasforma in un “orto salotto” di Antonella Dell’Orto.
Ospiti di eccezione saranno: una psicologa, una nutrizionista e una pediatra per affrontare un tema molto caldo: Obesità e disturbi legati all’alimentazione con il dato allarmante che vede la Campania maglia nera per la più alta percentuale di persone sovrappeso e obesità infantile. Invitati a partecipare dirigenti, docenti e mamme, le vere responsabili dell’educazione alimentare delle generazioni future.
Dulcis in fundo: guidata da una provetta cake designer a Km 0 un laboratorio di biscottini e dolcetti per la gioia di tutti!
Questi alcuni dei produttori presenti: La Casa di Angiù, Il Giardino delle Api, Guida, Caponigro, Leonardo, Giaquinto, Gambale e Autore. Immancabili anche le candele realizzate con cera d'api.
Eboli (SA), 28 ottobre 2013


Ufficio Stampa Puro Gusto
Antonella Petitti – 338.1916118
direttore@rosmarinonews.it

domenica 27 ottobre 2013

Se ti vuoi bene, seguimi. La Dieta Mediterranea.

P9091732Negli anni ‘70/’80, con il grande exploit che hanno avuti i cibi pronti, ci siamo lasciati prendere più o meno tutti dalla loro presunta bontà e validità, giustificata dalla praticità, facilità e velocità di preparazione, a scapito della salubrità e genuinità, considerato  l’alto contenuto di additivi, grassi, miglioratori, zuccheri e sali, che questi cibi, ancora purtroppo in ascesa, contengono.
Il continuo progredire della tecnologia, che che in molti casi ha impigrito il nostro modo di vivere, ha fatto il resto: le conseguenze in termini di aumento di malattie cardiovascolari e non solo, sono lo scotto pagato da molte popolazioni.
Gli anni ‘90 hanno visto un deciso ritorno alla semplicità e genuinità, decretando l’affermazione della “Dieta Mediterranea”, dichiarata Patrimonio Immateriale dell’Umanità e  simboleggiata dalla ormai famosa “piramide” nata appunto negli anni 90 e in continua evoluzione, secondo studi e ricerche scientifiche internazionali, ponendo l’attenzione non solo a quanto mettiamo nel piatto ma ad un modus vivendi più sano in tutto, pur nel rispetto della propria cultura, territorialità, religione.
meddiet_2Med Diet”, di cui vi ho già anticipato qui   il progetto che, oltre l’Italia, coinvolge anche Spagna, Grecia, Libano, Tunisia, Egitto, con l’intento di di riunire e diffondere gli aspetti e i componenti fondamentali delle Dieta Mediterranea secondo le varie culture, ha fatto tappa a Napoli   presso  la Camera di Commercio di Napoli, con una 3 giorni di conferenze, dimostrazioni di cucina, mini seminari, assaggi e iniziative volti a valorizzare l’immenso patrimonio e le opportunità di prevenzione, crescita e confronto connesse di cui l’Italia e gli altri Paesi coinvolti dispongono.
proIl programma del pomeriggio di giovedi e venerdì, oltre la visita all’esposizione di una selezione di prodotti  Campani a marchio Gip e Dop,  (pasta, olii, vini, formaggi e latticini, conserve e confetture) ha visto la partecipazione della giornalista Laura Gambacorta, che ha coordinato il mini corso di avvicinamento all’olio a cura dello Sportello Olio, la dimostrazione di cucina della Chef Lino Scarallo e il mini corso di avvicinamento al vino a cura dell’Ais Napoli.
olio
sca
vinSabato “Med Diet Origins”, chiude la 3 giorni  a Pollica: una giornata sulle origini della Dieta Mediterranea, in pratica un ritorno, considerato che proprio a Pollica, negli anni ‘50, lo statunitense Angel Keys,  ha manifestato per primo scientificamente validità ed efficacia di quel tipo di alimentazione.
Cliccando qui altre foto del pomeriggio.

Gilberto Acciaio ai mondiali dei Bier Sommelier

Foto mondiali 2013

Birra, un universo complesso e variegato quanto e più quello del vino: oltre 120 tipi di luppolo, circa 40 tipi diversi di malto, grano saraceno per quelle senza glutine,  biologiche, lieviti,profumi, aromi, varietà che spaziano dalle bionde alle scure, dalle più amare alle più dolci, per infiniti abbinamenti dall’antipasto ai formaggi: non più solo pizza e birra, quindi, ma ideale accompagnamento a tutto pasto.

E la birra, sua grande passione, ha  portato Gilberto Acciaio, uno dei 50 Bier Sommelier italiani, l’unico del Sud Italia, ai mondiali dei Bier Sommelier svoltisi di recente in Germania, dove si è qualificato tra i primi 10 nel mondo, ottenendo di diritto la partecipazione ai prossimi mondiali del 2015 in Brasile.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            PA234064

La Akademie Doemens, l’Università tedesca della birra di Monaco di Baviera ha insignito Gilberto del titolo di coordinatore per il Sud Italia per i prossimi corsi di formazione che partiranno  a Napoli, per la prima volta in Italia, da gennaio prossimo, al fine di sviluppare la ricerca degli abbinamenti con la gastronomia italiana, per cui i corsi saranno incentrati in lezioni teoriche e pratiche sugli abbinamenti ideali.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA             OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Due le qualifiche previste: Bier Tester, che offrirà una preparazione su tecnologia della produzione, tecnica e igiene della mescita della birra, formazione e degustazione, degustazione pratica e tirocinio pratico, Bier Trainer, più articolato, preparerà i partecipanti  anche ad un pratico approccio sugli abbinamenti cibo e birra. 

PA233955   OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Gilberto ha festeggiato la sua candidatura con una grande serata all’aperto, grazie al clima ancora piacevole,  una  festa cui hanno partecipato tantissimi amici, al Tallioo,  Gastropub di San Giorgio a Cremano (Na).

PA234113   PA234179

Un gran buffet, con  tante prelibate ricercatezze territoriali e non, il tutto curato con minuziosa cura da GMA Import specialità e da Fofò Ferriere, patron del Tallioo: pani spettacolari, formaggi, latticini, salumi, carni bianche, verdure, birre a gogo, sidro irlandese, o bibite analcoliche e tanta buona musica, hanno caratterizzato questa splendida serata.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            PA233999

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

PA234151   OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA            OLYMPUS DIGITAL CAMERA

cliccando qui

http://www.gmasrl.it/

Via Andolfi, 80045 Pompei (NA)

tel. 081.5369600 fax 081.8621821

gma@gmasrl.it.

Tallioo

Via Roma, 15,

80046 S. Giorgio A Cremano (NA9

081 480336

www.tallioo.it

venerdì 25 ottobre 2013

Passeggiando tra Helvetia e Partenope

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ovvero, quando i formaggi Svizzeri incontrano lo Street food napoletano, grazie a un ponte ideale, tra le Alpi e Valli Svizzere e  Napoli,  patria del cibo da strada da sempre.

Consumato caldo, confezionato nel classico “Cuoppo” il cartoccio di carta paglia oggi pienamente rivalutato,  con pochi euro si possono gustare sfiziose delizie: panzarotti (i crocchè di patate) pall’e ris (piccoli palline di riso) zeppole (pasta lievitata e fritta), scagliuozzi, sono in genere i componenti del Cuoppo.

118_1_logo_scp_webPer la mia partecipazione al contest indetto da   Peperoni e Patate in collaborazione con  I Formaggi dalla Svizzera ho pensato ai classici scagliuozzi, i celeberrimi triangoli di polenta fritta, abbinati a Salsiccia e Friarielli, un altro gustosissimo  classico della cucina napoletana, in versione da… passeggio! Non un cibo da strada quindi, ma nella versione che vi propongo, un crocchè sullo stecco, col cuore filante, “ Sasiccia e friarielli” lo diventano assolutamente  e a pieno titolo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA         Entrambi le preparazioni, le cui dosi possono essere aumentate a piacimento, grazie allo Sbrinz AOC (DOP) e al Gruyère, conosciuto già nel Medioevo, assumono nuova  personalità e sapore.

Ingredienti:

Per gli Scagliuozzi allo Sbrinz AOC

50 g di farina di mais a grana fine

50 g di Sbrinz AOC  più  un paio di  cucchiaiate grattugiato

200 ml di acqua

sale

olio di semi di arachidi

Grattugiare metà dello Sbrinz AOC  e tagliare l’altra metà a dadini piccoli.

Bollire l’acqua col sale, quindi versare a pioggia la farina di mais e mescolando e far cuocere la polenta fin quando non sarà ben soda, fuori dal fuoco unire lo Sbrinz AOC e mescolare.

scaVersare in uno stampo o sulla spianatoia, livellare fino a un cm circa, quindi far raffreddare completamente.

Una volta fredda, tagliare i classici triangoli (che volendo potrete infarinare in altra farina di mais) e friggere in olio ben caldo fin quando non saranno ben croccanti.

Sgocciolare su carta paglia e ancora caldi cospargere col restante Sbrinz AOC grattugiato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per i Crocchè di Salsiccia e friarielli col cuore di Gruyère

2 salsicce di maiale

friarielli cotti, circa 50 g

Bastoncini di Gruyère

2 cucchiai di pane grattugiato

1 cucchiaio di farina di mais

1 cucchiaio di Gruyère grattugiato

1 uovo

stecchetti di legno

farina q b

olio di semi di arachidi per la frittura

Sbriciolare le salsicce eliminando il budello e metterle in una terrina, unire i friarielli tritati a coltello e mescolare bene con una forchetta o con le mani.

in una piatto miscelare pane grattugiato, farina di mais e Gruyère  , in un altro piatto mettere una cucchiaiata di farina.

A parte sbattere l’uovo.

PicMonkey Collagefri

Prendere un po’ di composto, appiattirlo, farcire con un bastoncino di Gruyère e chiudere inserendo lo stecco e compattando bene il composto con le mani, passarli quindi nella farina nell’uovo e nel mix di formaggio e pane grattugiato, ripetendo la panatura due volte.

Friggere in olio di semi finché non sono ben dorati.

Sgocciolare, sistemare nel cuoppo con gli scagliuozzi e gustare caldi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

martedì 22 ottobre 2013

Le Giornate della Dieta Mediterranea a Napoli e Pollica nel Cilento

06.MedDiet_Napoli_manifesto

“MedDiet Origins” è la tappa in Campania dei cinque grandi eventi pianificati da MedDiet. Il progetto mira a promuovere e valorizzare la Dieta Mediterranea, riconosciuta Patrimonio immateriale dell’Umanità Unesco nel 2010. Oltre all’Italia, che partecipa con Unioncamere in qualità di capofila, il Centro Servizi per le imprese della Camera di Commercio di Cagliari, il Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio e l’Associazione nazionale Città dell’Olio, il progetto coinvolge altri 5 Paesi del Mediterraneo (Egitto, Grecia, Libano, Spagna e Tunisia).

meddiet_2

Dal 24 al 26 ottobre Napoli e Pollica ospiteranno “Le Giornate della Dieta Mediterranea” - un evento promosso dall’assessorato all’Agricoltura delle Regione Campania, dalla Camera di Commercio di Napoli con la collaborazione di Agripromos, azienda speciale dell’ente camerale partenopeo, dal Parco Nazionale del Cilento e dall’Associazione nazionale Città dell’Olio.

Tre giorni di convegni, cooking show, mini corsi di assaggio e degustazioni gratuite di prodotti tipici locali per promuovere e valorizzare la Dieta Mediterranea, riconosciuta dall’Unesco, nel 2010, Patrimonio immateriale dell’Umanità.

Sabato 26, a Pollica, si terrà l’evento “MedDiet Origins”. La Dieta Mediterranea torna idealmente a casa, nel luogo dove il biologo, fisiologo e nutrizionista statunitense, Ancel Keys, ne dimostrò per primo e in maniera scientifica l'efficacia: a Pollica, città emblematica della Dieta Mediterranea in Italia. E sarà proprio il Parco Nazionale del Cilento, dove negli anni 50 Keys visse e condusse i suoi studi, dimostrando come le abitudini alimentari di quell’area, associate ad uno stile di vita non sedentario, avessero effetti benefici sullo stato di salute, a fare da cornice al secondo dei cinque grandi eventi del progetto “Mediterranean Diet and enhancement of traditional foodstuff - MedDiet”, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo 2007-2013, dedicato alla promozione e valorizzazione dei prodotti agro-alimentari e dello stile di vita mediterraneo.

Di seguito il programma dei due giorni a Napoli.

  clip_image002clip_image002[16]clip_image002[14]

Programma degustazioni “Giornate della dieta mediterranea in Campania”

Camera di Commercio di Napoli - Piazza Borsa

Giovedì 24 ottobre

Ore 17,00

Avvicinamento all’assaggio dell’olio a cura dello Sportello Olio

Ore 18,00

Show cooking con Gena Iodice, chef de La Marchesella di Giugliano

Ore 19,00

Avvicinamento all’assaggio del vino a cura dell’AIS Napoli

Venerdì 25 ottobre

Ore 17,00

Avvicinamento all’assaggio dell’olio a cura dello Sportello Olio

Ore 18,00

Show cooking con Lino Scarallo, chef stellato di Palazzo Petrucci di Napoli

Ore 19,00

Avvicinamento all’assaggio del vino a cura dell’AIS Napoli

La partecipazione alle degustazioni e agli show cooking è gratuita.

Per prenotarsi occorre inviare una mail a laugam@libero.it

Info:

Laura Gambacorta

349 2886327

 

Ufficio Stampa MedDiet per Associazione Nazionale Città dell’Olio

Natascia Maesi

+39 335 1979414 - 338 3423462 

natascia.maesi@gmail.com; maesinatascia@gmail.com

Ufficio Stampa MedDiet Origins

Laura Gambacorta

349 2886327

laugam@libero.it

clip_image002[24]clip_image002clip_image002[6]