domenica 2 giugno 2013

I Carnevaletti di Paoletto

P6022198

Un nome alquanto curioso e intrigante per questi deliziosi dolcetti: dei cantuccini in versione più morbida dei classici.

La ricetta l’ho gentilmente …estorta a Paolo Simi, un giovane chef di Pietrasanta (Lu), che basa la sua cucina sulla tradizione della sua terra, portando avanti le vecchie, facili  ricette imparate da ragazzo, con l’uso di ingredienti semplici e genuini.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E, se volete conoscerlo in tutta la sua simpatia, oltre a cliccare sul suo nome, e sarete indirizzati al suo blog, potete cliccare sul  link che segue e  vi indirizza alla puntata di Cuochi e Fiamme, a cui ha partecipato vincendo.

E scusate se è poco!

http://www.youtube.com/watch?v=BY15ftSls-U Cuochi & Fiamme

Vi consiglio questi semplici dolcetti, buoni a colazione, a fine cena o in qualunque momento, magari anche nella borsa dell’ufficio… Pollice in su

La ricetta è il copia e incolla della sua, le mie uniche  varianti, sono  che ho usato  estratto di vaniglia , invece della vanillina, lievito in polvere  invece di quello in bustina e  aggiunto circa la metà delle mandorle perché non ne avevo più, inoltre, non avendo letto con attenzione, le ho incorporate intere, e non ho previsto il tuorlo per spennellare alla fine, nella lista degli ingredienti l’ho aggiunto,con latte e zucchero, Paolo, l’aveva dimenticato… per il risultato, giudicate voi…

Per le modifiche… Paolo, mi perdoni? Occhiolino

Farina 850 gr

Zucchero 500 gr

Mandorle sgusciate e tostate 650 gr da tagliare a pezzettini

Uovo 250 gr

Vanillina 2 bustine

Latte 50 gr

Burro 50 gr “ burro quasi fuso e freddo “

Lievito 16 gr

Limone q.b.

(un tuorlo, latte e zucchero per rifinire)

PROCEDIMENTO

Montare leggermente le uova con lo zucchero aggiungere a mano gli altri ingredienti e per ultimo la farina.Formare dei biscioni sulle teglie, dorare con tuorlo e latte e metterci lo zucchero sopra e cuocere a 180 circa, 20 o 30 minuti.

20130602_163059

A cottura ultimata tirare fuori dal forno e tagliare i biscioni nel modo caratteristico dei cantucci . Infornarli per poi per 2 /5 minuti alla stessa temperatura, perché altrimenti si biscottano e diventano molto più duri. Questo biscotto è stato ideato per rimanere molto soffice.

Essendo sempre nella pasticceria la temperatura dell’ambiente di lavoro una variante importante,  se il biscione dell’impasto risultasse molto soffice, aggiungere un po’ di farina, altrimenti durante la cottura si rischia che il prodotto si sbricioli.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA

4 commenti:

  1. Non conoscevo questa versione morbida, mi piace moltissimo. Grazie della ricetta :)

    RispondiElimina
  2. Ti dirò, la versione morbida la preferisco a quella croccante, per cui anch'io li faccio asciugare poco, dopo averli tagliati. Però nella ricetta che ho io non c'è il latte e le dosi degli altri ingredienti sono bilanciate diversamente. Questi tuoi hanno un aspetto delizioso. Da provare!

    RispondiElimina
  3. Che faccia simpatica il tuo amico cuoco e anche la ricetta mi sembra niente male. Baci!

    RispondiElimina
  4. Elles sont franchement appétissantes:) Bon lundi!!xxx

    RispondiElimina